Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Leonardo Cesaretti Alfiere della Repubblica

Antonio Ranalli - 14/03/2019, 14:00

Prestigioso riconoscimento per il collega Leonardo Cesaretti. L’arbitro della sezione di Albano Laziale, mercoledì 13 marzo, ha ricevuto al Quirinale, dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’attestato di “Alfiere della Repubblica”. Sono stati 29 i ragazzi, provenienti da tutta Italia, che hanno ricevuto questo “premio” perché si sono distinti in iniziative di solidarietà e in favore degli altri.

Leonardo, che ha 16 anni e vive ad Albano Laziale, ha una storia decisamente particolare. Vittima di bullismo, ha saputo reagire prendendosi cura dei più deboli. Come si legge nella motivazione diffusa dal Quirinale “fin da piccolo ha mostrato empatia verso i compagni in difficoltà e ora è impegnato, da volontario, nelle sezioni di sport integrato e nelle attività di supporto all’hockey su sedia a rotelle. Il suo sostegno attivo ai ragazzi con disabilità e un esempio di come l’inclusione consente di superare giudizi e barriere”.

“La solidarietà è l'impalcatura della convivenza e il nostro paese non resterebbe in piedi senza l'impalcatura della solidarietà”, ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ai ragazzi presenti, “La vostra presenza qui mette allegria, l'allegria di una concezione della vita straordinariamente positiva. Quello che avete fatto a voi sembra normale, ed è normale, e avete ragione. Ma è giusto far vedere che questa è la normalità della vita, perché aiutare gli altri rende la vita migliore. Il nostro paese è ricco di energie positive, di persone che sanno che si vive meglio se ci si impegna per il bene comune, se si combatte per sconfiggere prevaricazioni e pregiudizi. Siamo nati per vivere insieme e non separati”.

Leonardo Cesaretti, visibilmente emozionato al momento della premiazione, è stato anche intervistato dai numerose testate di informazione nazionali. A tutti ha ricordato di quando a 11 anni era stato vittima a scuola di atti di bullismo da parte di ragazzi più grandi. “Mi seguivano e mi accerchiavano. È stato difficile ma ora a loro dico grazie. Grazie perché ho incontrato la polisportiva Castelli Insieme Onlus che mi ha permesso di spostare l'attenzione su me stesso e su chi ne aveva più bisogno” ha detto Leonardo, che nel frattempo ha intrapreso anche la vita arbitrale con la sezione di Albano Laziale.

Un servizio sulla manifestazione, con un’intervista a Leonardo Cesaretti, sarà proposta mercoledì 20 marzo, nel corso nel programma “Snap” di Rai Gulp, in onda alle ore 8, alle ore 15 e alle ore 17:55.

Si ringrazia per la foto Giulia Marchionni.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente