Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Memorial Gianni Martin: tra passione e amicizia

Federico Modesto - 10/05/2019, 13:00

Sezione di Treviso
La passione e il divertimento sono stati gli elementi caratterizzanti della 5^ edizione del Memorial Gianni Martin, torneo tra le Sezioni venete. L’evento organizzato dalla Sezione di Treviso, supportato dall’Associazione Italiana Arbitri Nazionale e dal Comitato Regionale Veneto, ha visto la partecipazione di oltre 400 tra associati, familiari e amici di 13 Sezioni venete.
La finale vinta dai padroni di casa di Treviso, dopo le precedenti edizioni spartite tra le Sezioni di Castelfranco Veneto e Mestre, ha visto tra i graditi ospiti il Componente del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello e i Componenti del Comitato Regionale Arbitri Veneto Giacomo Piccoli e Mario Schembri. Proprio Giancarlo Perinello ha voluto sottolineare la vicinanza del Presidente Marcello Nicchi e dell’Associazione tutta ad eventi di unione tra gli associati, sottolineando quanto proprio la passione sia stata protagonista della giornata: “E’ bello vedere quanto l’essere arbitro sia identitario anche sul terreno di giuoco, quando ci divertiamo insieme. In ogni caso siamo sempre molto più bravi ad arbitrare che a giocare”.
Passione e divertimento sono state percepite anche dai Componenti regionali Piccoli e Schembri, che portando i saluti del Presidente regionale Dino Tommasi, hanno voluto ringraziare i protagonisti e gli organizzatori della giornata “Abbiamo percepito una grande passione, rispetto delle regole e voglia di divertirsi insieme, e questo è fondamentale”.
Il Presidente sezionale Claudio Zuanetti ha quindi voluto sintetizzare un ringraziamento agli oltre 30 associati che hanno organizzato l’evento nei minimi dettagli, dimostrando ancora una volta l’attaccamento alla propria Sezione e all’Associazione. Un ultimo, ma fondamentale saluto, da parte dell’associata trevigiana nonché figlia di Gianni Martin, Chiara.
Una vita passata all’interno dell’Associazione seguendo la passione del padre, e ora da circa un anno vivendola in prima persona come fischietto trevigiano “Siete riusciti ancora una volta a lasciarmi senza parole, e dopo tanti anni posso vivere dall’interno la forza e la vicinanza a mio padre che sono sicura in questo momento ci stia guardando sornione da lassù, con un sorriso”.
E’ andato dunque in archivio l’evento del decennale dalla scomparsa del collega e amico Gianni Martin, ma senza dubbio le sue parole sono state un segno indelebile nell’organizzazione e nello svolgimento della giornata. Un mantra significativo e faro per la crescita dei giovani : “Qualsiasi cosa facciate, metteteci passione”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente