Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Attività amministrativa, il Sin incontra le sezioni siciliane

Giuseppe La Barbera - 31/05/2019, 10:37

CRA Sicilia
Obblighi amministrativi, adempimenti fiscali, registrazioni contabili, bilanci e normative sono stati gli argomenti affrontati il 18 maggio a Palermo, nella sede del Comitato Regionale Arbitri Sicilia, da Massimo Cumbo, Responsabile del Servizio Ispettivo Nazionale, e Pietro Coluzzi, segretario, con i presidenti sezionali siciliani e i loro collaboratori, il Responsabile amministrativo regionale Leonardo Siragusa, e il Componente siciliano del SIN Luigi Pillitteri.
“E’ stato un importante momento di confronto e un’esperienza positiva da ripetere con una certa frequenza – ha sottolineato il Presidente del Comitato Regionale Sicilia Michele Cavarretta – perché tutti i presidenti di sezione si trovano quotidianamente alle prese con dubbi e valutazioni contabili che richiedono sempre preparazione e conoscenza, che solo questi incontri possono chiarire e dare le corrette indicazioni”.
Nel corso dell’incontro Cumbo e Coluzzi hanno illustrato nel dettaglio i vari adempimenti che tutte le sezioni devono espletare, le peculiarità della gestione amministrativa, e le novità normative che coinvolgono anche le unità territoriali dell’Associazione. Largo spazio è stato dedicato alla risoluzione di casi concreti e sono state date risposte dettagliate alle tante domande dei presidenti di sezione, per chiarire i tanti dubbi e perplessità contabili della vita associativa delle sezioni.
Un incontro altamente formativo che testimonia il grande impegno del Servizio Ispettivo Nazionale quale supporto delle sezioni, sempre disponibile a fornire tutti gli strumenti per evitare errori e inesattezze, consentendo una corretta gestione finanziaria e contabile e una preparazione idonea per interpretare e affrontare con serenità una tematica apparentemente complicata e difficile.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente