Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Gli arbitri ospiti di una serata del Panathlon

Benedetta Fugalli - 09/06/2019, 11:00

Sezione di Rovigo
Il presente e il futuro del calcio a Rovigo. Un tema importante quello di cui si è discusso nella conviviale del Panathlon all’hotel Cristallo nei giorni scorsi Rovigo.
A condurre la serata, fortemente voluta dal panathleta e arbitro Giuliano Govoni, alcuni tecnici del calcio giovanile rodigino coordinati da Alberto Nabiuzzi, tecnico professionista nello staff di Roberto Donadoni.
Hanno infatti partecipato le due società cittadine impegnate nelle categorie Elite giovanili: il Calcio Rovigo, rappresentato dal Vicepresidente Cittante e dagli allenatori Rossi e Uncini, e dal Gs Duomo, rappresentato dal Presidente Chiarion e dagli allenatori Lavezzo e Zanella.
A rappresentare la Federazione il delegato provinciale della Figc Luca Pastorello che ha snocciolato numeri del nostro territorio, ma ha anche evidenziato l’importanza della vittoria della Coppa Disciplina del Rovigo in Prima Categoria che è risultata la migliore del Veneto tra 128 squadre.
Disciplina e Fair Play, capisaldi fondamentali del Panathlon, il rispetto delle regole e dell’avversario troppo spesso vengono accantonate nel mondo del calcio per raggiungere il risultato. Per fortuna ci sono gli arbitri a ricordare che c’è un regolamento, e senza di loro non si potrebbe nemmeno giocare. A rappresentarli il presidente della Sezione AIA di Rovigo, Tiziano Pilati, e l’arbitro Alessandro Munerati della CAN D.
Una Sezione, quella di Rovigo, che sta vivendo un momento magico di crescita con soddisfazioni enormi. Sono ben due gli assistenti attualmente impegnati nelle massime categorie: Mauro Galetto in Serie A e Luigi Rossi in Serie B. Il Presidente Pilati ha avviato anche un percorso scolastico per avvicinare i giovani studenti al mondo del calcio visto da una prospettiva arbitrale, ma dai valori comuni, quelli tanto cari al Panathlon dell’etica e del rispetto delle regole.
In conclusione di serata il Presidente del Circolo rodigino Gianpaolo Milan, dopo i saluti del delegato provinciale del CONI Lucio Taschin, ha rilanciato l’idea di porre il club come interlocutore principe per il rilancio e la riqualificazione dello stadio Gabrielli di viale Tre Martiri. Un impianto bellissimo, che tra l’altro ospita la sede della Sezione, ma che presenta i segni del tempo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente