Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Approfondimenti sui falli di mano e prove di VAR sul campo al Raduno CAN A

Paolo Vilardi - 29/07/2019, 09:02

I falli di mano sono stati l’argomento tecnico su cui è stato improntato un lungo e articolato dibattito nel raduno precampionato della CAN A di Sportilia, iniziato venerdì e che si concluderà il 31 luglio.
I lavori di ieri sono iniziati, come consuetudine, con il primo dei due allenamenti giornalieri. Sempre durante la mattinata si è svolta, nello stadio ‘Gabetto’ del centro sportivo ospitante, una speciale esercitazione VAR, con gli arbitri che, dopo un percorso effettuato con variazioni di ritmo e di direzione, si sono recati davanti ad un video per assumere decisioni tecniche e disciplinari su una serie di situazioni di giuoco. Si è quindi trattato di un esercizio che ha unito l'aspetto atletico a quello dell'attenzione e della concentrazione, ripreso da un drone manovrato dall’operatore video Federico Manfredini.
Nel pomeriggio la Commissione ha trattato i falli di mano. Il confronto ha tratto spunto dall’operato di uno dei gruppi di lavoro in cui erano stati divisi arbitri e assistenti a inizio raduno. Il gruppo stesso si era confrontato il giorno precedente e per ogni filmato relativo a questa tipologia di falli e aveva indicato la decisione tecnica e l’eventuale provvedimento disciplinare, comunicato nel corso della riunione dai due relatori, un arbitro e un assistente.
Grazie alla Circolare n. 1 si sta lavorando per limitare, nella valutazione dei falli di mano, le interpretazione degli arbitri, offrendo più criteri oggettivi, migliorando l’uniformità di giudizio. “Quello che farà la differenza è come saranno interpretate le zone grigie. Il nostro obiettivo è trovare uniformità anche in queste situazioni”, ha detto Nicola Rizzoli ai presenti in sala, che si è soffermato molto sui nuovi criteri oggettivi di valutazione, specificando in maniera chiara le nuove linee guida.
Nel tardi pomeriggio il secondo allenamento giornaliero.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente