Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN BS, la finale scudetto all'internazionale Bottalico e a Pancrazi

Giuseppe La Barbera - 12/08/2019, 16:30

Spettacolo, agonismo, competitività, ed emozioni hanno caratterizzato questi tre giorni della Final Eight Serie Aon, disputata nella Beach Arena del litorale catanese e che ha decretato la vincitrice dello scudetto 2019.

“Si conclude una stagione che, grazie alla nuova formula del campionato, ha regalato gare sempre equilibrate e intense – ha sottolineato Marcello Caruso, responsabile della Commissione Arbitri Nazionale Beach Soccer – e nel corso di tutta la stagione i nostri arbitri hanno dimostrato grande serietà e autentica passione rispondendo positivamente anche dal punto di vista tecnico; non possiamo che essere soddisfatti della loro crescita, e la prestazione nella non facile gara della finale va ulteriormente a dimostrare il loro valore”.

La finale tra Viareggio e Happy Car Sambenedettese, diretta dall'internazionale Saverio Bottalico di Bari (arbitro 1), Filippo Pancrazi di Ragusa (arbitro 2), Gionni Matticoli di Isernia (arbitro 3) e Davide Innaurato di Lanciano (crono) è stata intensa e molto equilibrata, tra due società preparate, tecnicamente d'alto livello che fino alla fine hanno tenuto alta l'attenzione e col fiato sospeso per il risultato finale.

Non meno emozionanti sono state le altre gare, come la finale per il terzo e quarto posto tra Terracina ed Ecosistem Catanzaro, che è stata affidata dalla Commissione composta oltre che da Caruso, da Marco Buscema e Vincenzo Cascone, a Luigi Balacco di Molfetta (arbitro 1), Salvatore Contrafatto di Catania (arbitro 2) e Luca Romani di Modena (crono). Per Balacco era l'ultima gara con cui ha chiuso la sua decennale carriera nel Beach Soccer e ha dimostrato serietà professionale e grande concentrazione, come ha sempre espresso in tutti questi anni di permanenza e in tutte le gare che la commissione gli ha assegnato.

Anche tutti gli altri arbitri hanno garantito in questi tre giorni affidabilità e scrupolosità nell'applicazione delle regole, correttezza e sportività. Erano dodici gli arbitri convocati, tra cui i cinque internazionali, e ciascuno nei vari ruoli in cui la commissione li ha designati hanno dimostrato l'alto livello qualitativo raggiunto e operato in piena sintonia tra loro e con sicurezza.

In tribuna a seguire tutte le finali anche Michele Conti, componente del Comitato Nazionale dell'Associazione Italiana Arbitri, e tanti associati siciliani che non hanno voluto mancare a questo importante appuntamento.

Appuntamento alla prossima Stagione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente