Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Incontro con i Responsabili regionali degli assistenti arbitrali

Chiara Perona - 20/08/2019, 20:00

Si è svolto a Sportilia nelle giornate di lunedì 19 e martedì 20 Agosto l’incontro tra il Settore Tecnico ed i Componenti dei Comitati Regionali e Provinciali Arbitri incaricati di seguire in particolare gli assistenti arbitrali.
Il seminario, guidato dai Viceresponsabili del Settore Tecnico Duccio Baglioni (Centro) e Francesco Milardi (Sud), è stato improntato al confronto ed alla condivisione delle linee guida, al fine di raggiungere una migliore uniformità a vantaggio degli associati che transiteranno in futuro nei ruoli nazionali.
“L’intento di questo incontro è porre le basi per un innalzamento generale della qualità organizzativa e tecnica di ogni Comitato, supportandovi nella consapevolezza della complessità e dell’ampiezza del vostro lavoro quotidiano” ha esordito Baglioni di fronte alla platea, segnalando come la condivisione delle esperienze maturate da ognuno consenta di sviluppare importanti spunti di riflessione.
“Effettuare in modo completo il protocollo delle prove atletiche già a livello regionale consente di prevenire situazioni di criticità e défaillances: un giovane, magari al primo anno, che non supera i test atletici, subisce uno shock, dovendo recuperare le prove in altra sede e perdendo così fiducia e tempo prezioso nel proprio percorso di crescita” ha proseguito Milardi.
Essere rigorosi, dunque, profittando della collaborazione dei referenti atletici regionali ed anche sezionali, contestualizzando al meglio la parte atletica, consente di incrementare il tempo da dedicare alla tecnica ed alle disposizioni di merito, entrando in un circolo virtuoso, che sul lungo periodo non può che portare benefici e valorizzare il merito.
Di merito e di gratificazione si è parlato anche con riferimento alla designazione degli assistenti regionali in occasione delle gare delegate alla Commissione CAI, al fine di consentire ai più giovani e promettenti prospetti dei Comitati di maturare esperienza e di confrontarsi con arbitri ed osservatori che già hanno vissuto le prime esperienze al di fuori dei propri contesti di origine.
A completamento dell’incontro anche la partecipazione ad alcuni momenti del raduno CAN D, nella parte dedicata agli assistenti, in particolare in occasione del match analysis e della spiegazione della Circolare 1 da parte di Vincenzo Meli, Responsabile del Modulo Regolamento e Guida Pratica del Settore Tecnico.
Un incontro proficuo, quindi, in cui con attenzione e senso di autocritica il Settore Tecnico ed i Componenti dei Comitati hanno lavorato all’unisono nella consapevolezza che il futuro dell’arbitraggio italiano passa innanzitutto attraverso il confronto e lo sviluppo delle idee provenienti dalle periferie.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente