Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Presidente Nicchi al raduno CAN 5: “Siate un riferimento per i giovani”

Lorenzo De Robertis - 04/09/2019, 19:34

“Non mi aspettavo nulla di diverso. Siete il nostro fiore all’occhiello”. Questo l’incipit dell’intervento del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi giunto a Sportilia a portare il suo saluto agli arbitri in occasione del loro raduno precampionato. “Ogni volta che salgo a Sportilia per incontrare gli arbitri del Futsal mi convinco sempre di più di avere di fronte a me uomini e donne di valore ancor prima che arbitri. Il lavoro che la Commissione guidata da Angelo Montesardi sta compiendo in questi anni è qualcosa di meraviglioso. Tanto impegno, tanta dedizione. Ed i frutti, ma ne ero certo, non potevano non arrivare”.
Un particolare apprezzamento è stato espresso da Nicchi per il gran numero di ragazze che compongono l’organico della CAN 5. “In ogni ambito, in ogni consesso si stanno scoprendo le donne, l’AIA e la CAN 5 le donne le hanno sempre valorizzate ed adesso sono per noi un patrimonio importante. I nostri arbitri e le nostre dirigenti non hanno nulla da invidiare ai colleghi maschi”.
Per Nicchi gli arbitri devono essere bravi a trasmettere “la certezza delle regole” con la giusta consapevolezza che gli errori ci saranno sempre. “Siate sereni, equilibrati, fate la vostra esperienza, siate bravi ad ascoltare”.
Non sono mancati, nell’intervento del Presidente, degli accenni alla situazione generale dell’Associazione. “Stiamo vivendo un periodo felice, sentiamo forte il supporto, a tutti i livelli, delle strutture Federali. Gli arbitri, in questi periodi, sono la risposta silenziosa a chi cerca di distruggere il nostro mondo. Gli arbitri parleranno e parlano con il loro lavoro. Costruire è faticoso, ma è bellissimo potersi girare indietro e vedere il frutto del nostro lavoro”.
In conclusione del suo intervento il Presidente Nicchi ha rivolto un invito ai 344 arbitri presenti: “Guardatevi indietro, ripensate al giorno in cui siete entrati nella vostra Sezione per iscrivervi al corso. Chiedetevi se siete cambiati, chiedetevi quanto siete cambiati, quanto siete cresciuti. Divertitevi!”.
Il Vice Presidente Vicario della Divisione Calcio a 5, l’avvocato Gabriele Di Gianvito, nel suo intervento di saluto agli arbitri presenti ha espresso, a più riprese, sentimenti di vicinanza al mondo della CAN 5. “Vi porto i saluti del nostro Presidente Andrea Montemurro e vi esprimo i più vivi complimenti per il vostro modello organizzativo. Vi confesso che non ero perfettamente a conoscenza di tutto quello che ruota attorno alla prestazione arbitrale e sono piacevolmente sorpreso”.
Il mondo del calcio a 5, sempre secondo Di Gianvito, sta vivendo un momento magico. Sono ben 211 le società iscritte alla Divisione Calcio a 5 ed il fatto “che ci sono state richieste record di ripescaggio nelle categorie di A1, A2 e B, è segno che c’è voglia di qualità”. Facendo seguito a quanto a più riprese espresso dal Presidente Montemurro anche Di Gianvito ha ribadito il concetto di “tolleranza zero”. “Dobbiamo prendere coscienza che il nostro sport è qualcosa di diverso, non vogliamo e non possiamo permettere che nei nostri palazzetti vengano mutuati atteggiamenti e comportamenti, sia dai calciatori che dai tifosi, che non sono nel nostro DNA”. In conclusione Di Gianvito ha voluto fare un augurio particolare a tutti gli arbitri neo immessi: “State entrando in un mondo fantastico, siate rapidi nel comprendere il contesto in cui vi troverete ad operare e seguite sempre gli insegnamenti dei vostri maestri”.
Per la parte meno istituzionale della giornata è doveroso segnalare il lavoro di verifica, fatto con gli arbitri del primo turno, circa le risultanze dei lavori di gruppo svolti nei giorni scorsi. Nel primo pomeriggio la consueta foto di gruppo ha raccolto nell’anfiteatro di Sportilia i 344 arbitri a disposizione della CAN 5. A seguire, dopo una sessione di allenamento defaticante, gli arbitri del secondo gruppo si sono ritrovati in aula per una sessione di match analysis. Disposizioni tecniche, analisi di episodi e casi particolari.
In serata attivazione dei gruppi di studio e colloqui per ambiti regionali.

Nella foto principale il gruppo della CAN 5.
In copertina il Presidente Marcello Nicchi. Nelle altre foto alcuni momenti del lavoro di debriefing dei gruppi di studio, il Presidente Nicchi con le ragazze in organico CAN 5, il Vice Presidente Di Gianvito, Nicchi e Di Gianvito con la CAN 5, la Commissione con gli arbitri internazionali, alcuni momenti dell’allenamento e del lavoro in aula.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente