Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Aggregazione e tanta tecnica al raduno estivo in Austria

Matteo Ferrante - 03/09/2019, 19:31

Sezione di Pescara
Il raduno estivo di Steinach, ormai arrivato alla 14^ edizione, è durato 9 giorni, tutti cadenzati da ritmi frenetici, fatti di doppi allenamenti giornalieri e riunioni tecniche.
Anche quest'anno tutto è iniziato la sera del 9 agosto, quando il drappello di associati sulla Sezione di Pescara e salito sull’autobus per tuffarsi nella nuova avventura. Dopo un primo leggero allenamento appena arrivati in Austria, il giorno seguente è stato l'Olyimpiaworld di Innsbruck a vedere i ragazzi cimentarsi in un allenamento particolare, fatto di YoYo Test e 3000 metri.
Dal giorno seguente, valutato il grado di allenamento di ognuno e suddivisi i ragazzi in gruppi, si è dato inizio alle due parti di lavoro atletico, suddivise in mattina e pomeriggio. La mattina gli arbitri si sono allenati sul magnifico campo in erba naturale di Steinach am Brenner, con la modalità del Tactical and Technical Personal Talk: ogni mattina il campo veniva preparato con tre situazioni tattiche di gioco con finale tecnico (SPA, DOGSO, Fuorigioco ed alcune situazioni per applicare in concreto la Circolare n.1: goal segnato involontariamente di mani e interferenza dell'arbitro nel gioco); i ragazzi dovevano adeguare il loro movimento ed andare a chiudere lo spostamento con la decisione tecnica (a tal riguardo venivano utilizzati dal vivo fischietto, gestualità e taccuino) a seconda delle situazioni, inserendo nel movimento, cambi di passo e di direzione; a turno ogni gruppo ha avuto modo di indossare un walkie talkie con cui erano collegati direttamente con il Presidente Francesco Di Censo, il quale vedeva all'opera i ragazzi correggendo in tempo reale, grazie al sistema di comunicazione diretta ideato, gli errori di spostamento, tecnici e comportamentali. Anche il resto dell'area tecnica presente era intento a lavorare con i gruppi non collegati tramite walkie talkie, osservandone gli errori, consigliando miglioramenti ed approcciando un discorso di mobbing /proteste post decisione.
Il pomeriggio dopo aver preso la funivia Bergeralm ecco l’allenamento di Fartlek sugli 8 km, utile a regalare ai ragazzi capacità di resistenza fisica ma soprattutto mentale! Un lavoro atletico e di tecnica applicata davvero intenso che ha prodotto nell'arco dei 9 giorni risultati eccezionali.
Intenso il lavoro tecnico in aula che si realizzava al termine degli allenamenti e nella sera. Momenti utili ad affrontare la Circolare 1 ed argomenti tecnico / comportamentali generati dalle criticità direttamente tirate fuori dai ragazzi. Chiariti tutti i dubbi, l'aula è stato anche il kendo di condivisione umana e di goliardia utile a cementare il gruppo, in un concetto di solidarietà tecnica ed umana. Importante anche il momento di studio del regolamento, infatti dopo pranzo l'aula veniva aperta dalle 13:15 alle 14:15 per consentire ai ragazzi di chiare in maniera libera, anche in gruppo e con il regolamento in mano i test appositamente preparati e messi a disposizione.
Impossibile non ricordare la giornata del 15 agosto, quando dopo l'allenamento di Personal Talk alle 7 del mattino ci si è concessi una giornata di relax andando a visitare il famoso Castello di Newschwainstein (il castello della Walt Disney) e poi Monaco di Baviera con una serata di spensieratezza nella Festsaal della birreria HB. Così come impossibile non ricordare il “giorno di riposo" nella quale si è realizzata una straordinaria escursione di 15 km in alta quota in montagna sul Naviser Almen Rund.
Al termine di questa magnifica esperienza ecco l'arrivo in serata dell'ormai amico ed osservatore UEFA Konrad Plautz responsabile del Progetto Mentor & Talent per l'Austria e del Progetto CORE della UEFA, il quale con un super qualificato intervento tecnico in inglese, ha regalato ai ragazzi ed ai Dirigenti presenti la sua infinita esperienza internazionale.
I test d’uscita del 18 agosto ad Innsbruck hanno sancito la fine di un raduno di eccezionale valore tecnico ed umano.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente