Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

L’organico regionale di Calcio a 5 ai nastri di partenza

Fabio Gafforini - 13/09/2019, 10:30

CRA Lombardia
Un movimento che sta crescendo negli anni esponenzialmente e anche in Lombardia, per quanto riguarda l’organico del Comitato Regionale Arbitri, i numeri danno ragione a questo sviluppo: infatti sono quasi un centinaio, tra arbitri e osservatori, gli associati che hanno preso parte al raduno precampionato riservato all’organico del Calcio a cinque lombardo, e che si è tenuto nei giorni di sabato 7 e domenica 8 settembre presso l’Antico Borgo alla Muratella di Cologno al Serio.
La giornata di sabato ha visto la convocazione dei neo immessi nel ruolo, i quali già dal primo pomeriggio hanno iniziato i lavori in aula con gli Organi Tecnici responsabili della categoria, Alessandro Ferruccio Barbuto e Onofrio Murgida, coadiuvati dai Componenti Gregorio Dall’Aglio, Enrico Mauri e Claudio Somaschini: il ruolo del cronometro, la gestualità, il gioco del portiere, l’ottimale preparazione atletica, questi alcuni degli argomenti trattati nello specifico. Sono poi seguiti dei lavori di gruppo che hanno dato la possibilità ai neo immessi di conoscere meglio i propri organi tecnici e i compagni, implementando anche il concetto di team work.
Negli stessi frangenti, con la presenza del Presidente del CRA Lombardia Alessandro Pizzi e del Delegato della LND lombarda per il Calcio a cinque Vincenzo Spadea, si è tenuto l’ormai consueto incontro con le società di C1, C2 e D.
La domenica mattina, sulla pista di atletica del Centro Sportivo di Urgnano, i test atletici: 30 metri, 4x10 metri e Ariet test, che gli arbitri hanno sostenuto sotto una pioggia battente e con un clima non certamente di fine estate. Condizioni queste che non hanno impedito ai convocati di raggiungere risultati ottimali e che hanno soddisfatto la Commissione.
I lavori in aula sono iniziati con l’intervento del Componente del Settore Tecnico dell’AIA, Modulo Perfezionamento tecnico e valutazione tecnica, Andrea Liga della Sezione di Palermo – già presente a Cologno al Serio dalla giornata di sabato per l’incontro con i neo immessi - il quale ha spiegato alla platea le Linee Guida Applicative per quanto riguarda le Decisioni Ufficiali della FIGC in merito alla stagione sportiva in corso: importanti le novità per quanto riguarda l’identificazione dei calciatori, vista la presenza obbligatoria in campo per ogni squadra di un giocatore Under. Liga ha poi somministrato i quiz tecnici, e in fase di correzione ha voluto spronare i convenuti a studiare non solo il Regolamento del Futsal, ma anche il Regolamento Associativo dell’AIA, pilastro per chiunque faccia parte dell’associazione.
Le disposizioni sono state invece impartite da Barbuto e Murgida, che hanno così allineato arbitri e osservatori, già di ruolo e neo immessi, alle direttive che tutti dovranno rispettare.
Si è rinnovato poi, con la presenza di numerosi associati facenti parte della CAN 5, il legame che gli arbitri nazionali mantengono con la regione: nella due giorni, si sono susseguiti gli arbitri Alessio Briguglio, Daniele Biondo, Marco Criscione, Denis Prekaj Simone Spadola, Carlotta Filippi, Aurelian Chirvasuta e Antonio Puzzonia.
A chiudere il raduno, l’intervento del Presidente Pizzi: “Quello degli arbitri e degli osservatori del Futsal è un gruppo che io ritengo davvero importante. Siamo pronti per fare bene, ma sono convinto che per farlo al meglio ci voglia un impegno massimale che porti poi a capitalizzare impegni massimali”.

Foto:
1 Un dettaglio dell' l'Ariet test
2 Gli arbitri durante lo svolgimento dell'Ariet Test
3 Gli Organi Tecnici e il Referente Atletico Eleonora Cappello rilevano i tempi dei 30 metri
4 Un momento in aula dedicato ai soli osservatori
5 Andrea Liga del Settore Tecnico supervisiona l'esecuzione dei quiz tecnici
6 L'OT Onofrio Murgida con i neo immessi risultati migliori nei quiz e nei tes
7 L'aula gremita ascolta le disposizioni dell'OT Ferruccio Alessandro Barbuto

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente