Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Maiorano al raduno: “Lavorate sui propri limiti e superateli”

Paolo Vilardi - 18/09/2019, 19:00

Sezione di Paola
Trascorrere due giorni in gruppo è stata un’esperienza importante e vissuta intensamente dai giovani arbitri della Sezione di Paola, che gli scorsi 15 e 16 settembre hanno svolto il raduno precampionato nel Virginia Hotel di Casole Bruzio, piccolo e caratteristico borgo della Presila cosentina. Difatti, oltre all’attività tecnica, diversi sono stati i momenti di aggregazione, occasioni per cimentare amicizia e che hanno permesso ai fischietti neo immessi di integrarsi con quelli che sono nelle fila dell’AIA da più tempo.
“Per cogliere i frutti dovete impegnarvi quotidianamente e comportarvi sempre da arbitri, fuori e dentro il campo. Lavorate sui propri limiti e superateli”. Chiaro e lineare il messaggio del Presidente sezionale Marco Maiorano a questi ragazzi durante lo stage, caratterizzato da esercitazioni pratiche sul terreno di gioco e riunioni tecniche, con focus sulle importanti innovazioni regolamentari contenute nella Circolare n. 1 della nuova Stagione Sportiva.
Preliminari pre gara, spostamento e posizionamento sulle varie riprese di gioco sono stati trattati nella lezione pratica, svolta appena il drappello di arbitri è giunto a Casole Bruzio, con relatori il fischietto di Serie C paolano Federico Longo e il Vicepresidente sezionale Antonio Longo. Di riscaldamento pre gara, con tanto di simulazione, se n’è parlato nella mattinata del giorno dopo.
Per la parte tecnica sono stati visionati in aula alcuni filmati, richiamanti prettamente la Regola 12. L’aspetto motivazionale è stato curato da vari relatori; il primo giorno da una terna di Serie C, Luigi Catanoso arbitro con Gaetano Massara e Vincenzo Pedone assistenti, tutti di Reggio Calabria, giunti allo stage dell’Organo Tecnico Sezionale di Paola per una visita di cortesia, approfittando di una gara diretta nelle vicinanze. Il secondo giorno da due assistenti di Serie D, i paolani Stefania Signorelli e Fabrizio Cozza, e dall’associato di punta della Sezione di Paola, l’assistente di Serie A Salvatore Longo.
Nell’ambito delle visite istituzionali sono giunti al raduno di Casole Bruzio, per il Comitato Regionale Calabria, il Componente Giampaolo Bianchi e il Presidente Franco Longo, già Presidente della Sezione di Paola. Bianchi ha inteso risaltare quanto i ragazzi siano apparsi ai suoi occhi già carichi per la Stagione: “Ho visto dei giovani molto motivati, ottima base di partenza. Il messaggio che abbiamo lasciato come Comitato è quello di lavorare per essere sempre credibili, perché la credibilità dell’arbitro è un passo fondamentale per crescere sia come direttori di gara sia come uomini”.
Per il Presidente sezionale Marco Maiorano è ‘vietato’ demordere e rinunciare: “Bisogna crederci sempre. Quando ci si approccia a un’attività sportiva non si è subito bravi, lo si diventa nel tempo, perché c’è da costruirsi una credibilità, una struttura atletica e una conoscenza tecnica, non semplici da acquisire per un arbitro. Ma perseverando e con lo stare nel gruppo si riusciranno sicuramente a raggiungere degli obiettivi importanti”.
Sulla stessa linea d’onda il Presidente CRA Franco Longo: “La formazione è importante e va fatta a tuttotondo, non solo dal punto di vista tecnico e atletico, ma anche sotto l’aspetto della personalità, che serve anche nella vita di tutti i giorni. Molti ragazzi alle prime difficoltà mollano, in particolar modo sull’aspetto atletico. C’è invece da tener conto che non si diventa atleti con una preparazione, ma per avere delle performance importanti ci vuole del tempo. Quindi bisogna pazientare e impegnarsi giornalmente per raggiungere quest’obiettivo”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente