Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La Commissione Esperti Legali dell’AIA ha programmato a Tivoli la Stagione

Paolo Vilardi - 09/10/2019, 14:55

Decreto Sicurezza Bis, archivio dei procedimenti giudiziali trattati dall’AIA, condivisione delle esperienze maturate nelle azioni giudiziarie andate a buon fine. Sono alcuni dei punti programmatici trattati nell’incontro tra i Componenti Nazionali e i Referenti Regionali della Commissione Esperti Legali, di cui è Responsabile Valerio Di Stasio, evento svolto sabato scorso nella sala congressi dell’Hotel Duca D’Este di Tivoli. Hanno partecipato, tra gli altri, il Vicepresidente dell’AIA Narciso Pisacreta e il Componente Nazionale Giancarlo Perinello.
Tra gli ospiti presenti il Presidente della Commissione Disciplina d’Appello, Aldo Bissi, e il predecessore di Di Stasio alla guida della Commissione, Paolo Grassi.
Il confronto ha preso spunto dalla rappresentazione delle statistiche sulla violenza della scorsa Stagione accuratamente suddivise per regione e per categoria, in base ai dati raccolti dal Responsabile dell’Osservatorio dell’AIA, Filippantonio Capellupo, presente a Tivoli. Tra i dati evidenziati il numero ridotto di azioni legali in alcune regioni rispetto agli episodi di violenza, per cui Valerio Di Stasio, ha invitato i Referenti Regionali a sensibilizzare gli arbitri vittime di aggressioni ad adire le vie legali ed usufruendo di questo importante servizio di assistenza legale fornito dall’AIA. Campagna di sensibilizzazione da fare soprattutto nelle Sezioni, nel corso di apposita riunione tecnica con relatori Componenti e Referenti Regionali della Commissione Esperti Legali, per cui il Referente della Toscana, Giampaolo Bacicchi, si è soffermato sulle potenziali linee guida da seguire nella preparazione di questi incontri con gli associati. Si sono quindi susseguiti a riguardo altri interventi, nell’ambito di un confronto molto costruttivo.
Come già riferito in apertura, c’è l’intenzione, al fine di rendere più incisiva l’azione legale, di condividere le esperienze maturate nei procedimenti giudiziali andati a buon fine dove gli arbitri aggrediti sono stati difesi appunto dagli Avvocati dell’AIA. Una proposta partita da alcuni Componenti, tra cui Alessandro Girolamo.
Altri interventi importanti quelli dei Componenti Davor Blaskovic e Domenico Francesco Gialluisi, che hanno promosso la piattaforma informatica “Murd”, un archivio consultabile dove raccogliere tutti i procedimenti giudiziali trattati dall’AIA, in ambito sia civile sia penale, preziosissima fonte per gli esperti legali al fine di garantire massima efficacia nella tutela legale degli arbitri. E col fine medesimo c’è un altro catalogo dove attingere, il “massimario”, una raccolta delle massime giurisprudenziali degli organi di giustizia dell’AIA, altra grande fonte gestita dai Componenti Carlo Caponcello, Salvatore Dolce e Piero Messini D’Agostini.
Il confronto è proseguito su altre argomentazioni, tutte mirate ad ottimizzare le attività della Commissione.
Ha concluso l’intensa giornata di lavori il Vicepresidente dell’AIA, che ha posto in risalto la professionalità di questo organo consultivo dell’AIA nella tutela legale dei propri associati vittime di aggressioni sui campi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente