Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN D, a Baronissi (SA) convocate Campania, Puglia e Basilicata

Giuseppe Chioccola - 08/11/2019, 13:30

Sudore e studio didattico: questo il connubio ideale che è emerso dal raduno tecnico-atletico voluto per raggruppamenti regionali dal Responsabile della Commissione Arbitri Nazionale di Serie D Matteo Simone Trefoloni e svoltosi nella giornata di ieri in quel di Baronissi (SA) con gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori della Campania, della Puglia e della Basilicata.

Una giornata, o per meglio dire, un incontro intenso in cui si è mixata parte riservata alla preparazione atletica e riunione didattica in aula: occasione questa che ha avuto come finalità quella di incontrare i ragazzi, di testarli, di carpirne i loro stati d'animo, le loro motivazioni ed i loro obiettivi appena dopo una prima parte di campionato.
Il raduno si è aperto con l’attività atletica svolta di buon mattino, grazie alla quale i Componenti della Commissione hanno potuto verificare lo stato di forma e testare il grado di preparazione dei convocati, ed è proseguito presso un hotel del luogo con la riunione congiunta cui hanno partecipato anche gli osservatori.

Dopo un video motivazionale ed una serie di disposizioni comportamentali, diversi i punti all’ordine del giorno sviscerati dal Responsabile Trefoloni e dai Componenti della Commissione Giancarlo Rubino, Domenico Celi, Riccardo Tozzi e Michele Di Ciommo attraverso la visione di filmati relativi a partite di campionato di Serie D. Tanti focus interattivi che hanno tenuto viva la concentrazione dei presenti e garantito confronti didattici di alto profilo tecnico, tattico e disciplinare: body language, lettura gara, rimessa da parte dell'arbitro, prevenzione su calci di rigore, atteggiamento “mass confrontation", metro tecnico, valutazione episodi gara osservatori, fino ad approfondire alcuni aspetti della Circolare n. 1.

“Siate proattivi e metteteci concentrazione, voglia e grinta – ha detto Trefoloni in aula. Questo è l’unico modo per comandare la gara e non per subirla. Prendete inoltre le decisioni con determinazione e non per incoscienza: la tempestività è fondamentale e necessaria anche in caso di scelta sbagliata perché solo questo è garanzia di saper motivare e dare certezza al provvedimento preso”.

A conclusione di una bella giornata di formazione e di affiatamento sono arrivati i saluti del Vicepresidente dell’AIA Narciso Pisacreta e del Presidente del Comitato Regionale Arbitri Campania Virginio Quartuccio. I due dirigenti hanno esortato i presenti a vincere il loro campionato dando il massimo in ogni gara.

In copertina: il Responsabile CAND Trefoloni apre il miniraduno.

In gallery:
1-2-3. Test atletici;
4. Lezione tecnico-didattica di Trefoloni;
5. Arbitri, assistenti e osservatori seduti in platea;
6. Interventi dei Componenti Tozzi e Celi;
7. I saluti del Vicepresidente AIA Pisacreta e del Presidente CRA Campania Quartuccio.


Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente