Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Maggioni: “Semplicità, comunicazione e squadra”

Davide Nicoletta - 27/11/2019, 15:00

Sezione di Aprilia
“Non voglio spiegarvi cosa sia una DOGSO o un calcio di rigore. Stasera vorrei raccontarvi cosa mi ha dato l’Associazione Italiana Arbitri in questi anni: consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza!”.

Queste sono state le prime parole dell’ospite Lorenzo Maggioni, durante la riunione tecnica che si è tenuta nei giorni scorsi, presso i locali della Sezione di Aprilia. Parole, dell’arbitro della lecchese in forza alla Commissione Arbitri Nazionale Serie B, che hanno fatto presagire a tutti i presenti che non avrebbero assistito ad una semplice lezione tecnica ma ad un vero e proprio viaggio all’interno del suo percorso arbitrale lungo ben 18 anni.

Viaggio, che è iniziato con il consueto intervento del Presidente di Sezione Pietro Cazzorla, che dopo un caloroso saluto all’ospite d’onore della serata, ha invitato i propri associati ad apprendere a pieno i concetti e il senso del suo intervento. Maggioni è stato designato per la riunione tecnica dall’AIA grazie alla iniziativa del Comitato Nazionale e unitamente al Presidente Marcello Nicchi che da diversi anni invia, tramite sorteggio a tutte le Sezioni d’Italia, un collega a disposizione degli organi tecnici nazionali, nell’intento di dar modo a tutte le sezioni italiane ad avere ospiti importanti nelle proprie riunioni.

Per far comprendere a tutti i presenti in sala la caratura di Lorenzo, è stato proiettato un video di presentazione della sua carriera e dei traguardi raggiunti. L’arbitro della CAN B ha voluto strutturare il suo intervento sull’evidenziare l’importanza del saper gestire le emozioni nel mondo dell’arbitraggio e ha ammesso che un sentimento, quale la paura di dover affrontare qualcosa di più grande di sé stessi, può accomunare tutti gli associati,anche quelli che hanno raggiunto i massimi livelli. Sulla base di ciò che ha trasmesso ai fischietti apriliani, però, ha anche esortato tutti i presenti ad essere consapevoli di sé stessi perché solo la conoscenza del proprio essere può condurre alla costruzione di uno spazio in cui lavorare per potersi migliorare.

Quattro sono stati i punti cardine attraverso i quali Lorenzo Maggioni ha intrattenuto la platea: l’essere sé stessi, senza dover imitare qualcun altro; la semplicità, in modo tale da non snaturare ciò che siamo; la comunicazione, intendendo il corpo come centro di comunicazione dell’essere arbitro e il concetto di squadra, fondamentale per un giusto approccio alla gara. Il suo intervento è poi proseguito e terminato con una riflessione su quanto sia importante per l’arbitro la gestione dell’errore, perché: “L’arbitro cresce da quelle che sono le cicatrici e solo un confronto può portare alla propria miglioramento e apportare un valore aggiunto”.

La riunione si è poi conclusa con la consegna dell’omaggio offerto dalla sezione all’ospite. A Lorenzo vanno i più sinceri ringraziamenti per il prezioso contributo trasmesso a tutti i nostri associati e un “In bocca al lupo!” per il proseguo della Stagione Sportiva a nome di tutti gli arbitri apriliani.


In Copertina: Lorenzo Maggioni durante il suo intervento.

In gallery:
1: L’arbitro Benemerito Edoardo Belcastro, il Presidente Pietro Cazzorla e l’Arbitro Lorenzo Maggioni durante l’incontro prima della riunione tecnica.
2: Lorenzo Maggioni durante il suo saluto iniziale nell’intervento della riunione.
3: Gli associati della sezione di Aprilia che ascoltano l’intervento di Lorenzo Maggioni.
4: Autografo di rito sul muro della sala riunioni.
5: Un piccolo presente a Lorenzo Maggioni in segno di ringraziamento per la partecipazione alla riunione tecnica.
6: Maglia da gara dell’Arbitro Lorenzo Maggioni autografata in regalo agli associati della Sezione di Aprilia.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente