Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Chiffi: “Non mollate mai, siate sempre pronti a stupire”

Pietro Previdi - 28/11/2019, 12:00

Sezione di Rovereto
Come si arriva ad essere premiati come miglior arbitro CAN B? Come si arriva ad arbitrare in stadi come San Siro, L’Olimpico di Roma e il San Paolo di Napoli? Facendosi trovare pronti, secondo Daniele Chiffi, l’arbitro in organico CAN A che è stato ospite della Sezione di Rovereto. Daniele ha partecipato al consueto allenamento allo Stadio Quercia e, successivamente, alla riunione tecnica durante la quale ha raccontato il suo modo di vedere l’arbitraggio.
Nulla si ottiene per caso: la necessità di duro lavoro, costanza e sacrificio è scontata per chi ambisce a raggiungere alti livelli, e non potrebbe essere altrimenti, ma ciò su cui l’arbitro della Sezione di Padova si è maggiormente concentrato è quello che ha definito “un mix di fortuna e bravura”. Fortuna perché ogni arbitro, nel corso della sua carriera, si trova di fronte ad occasioni irripetibili; bravura, poi, perché queste occasioni vanno colte immediatamente perché potrebbero non ripresentarsi. È questa, tutt’altro che scontata, capacità di essere sempre pronti che può portare ad una svolta nella carriera di ognuno.
Chiffi si è poi concentrato sulla capacità di ascoltare e rubare quanti più consigli possibili da osservatori e colleghi più esperti. Lui ogni giorno ad ora di pranzo prendeva un treno da Vicenza, dove studiava, a Padova per potersi allenare con i colleghi in organici nazionali. È stato proprio rapportarsi continuamente con chi poteva arricchirlo con spunti preziosi che gli ha permesso di fare il salto di qualità necessario per intraprendere il cammino che lo ha portato dove è oggi.
Secondo Daniele “un singolo dettaglio può cambiare completamente la gestione di un episodio e l’esito della nostra prestazione”. Da qui, l’analisi di alcuni filmati di sue partite in cui un cartellino in più, un passo fatto in una direzione piuttosto che nell’altra o un fischio in meno avrebbero fatto la differenza.
Farsi trovare sempre pronti, ancora una volta.

Descrizione immagini:
Gallery 1: Daniele Chiffi poco prima di iniziare la sua presentazione
Gallery 2: Daniele Chiffi insieme al CDS della Sezione di Rovereto, al Presidente del CPA Giorgio Daprà e al suo Vice Emanuele Battaia.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente