Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Concluso a Coverciano il raduno Talent & Mentor 2019

Lorenzo De Robertis - 01/12/2019, 22:30

Due giorni di lavoro e confronto. Centosei giovani arbitri talentuosi e ventotto maestri. Una storia vecchia quanto il mondo quella del “vecchio che insegna al giovane” ma che nel progetto UEFA Talent e Mentor ha preso nuova linfa e volge certamente verso traguardi prestigiosi. Lavoro, confronto, crescita. Concetti che poi si rispecchiano senza dubbio nelle parole chiave, Tecnica, Etica, Organizzazione ed Umanizzazione, che contraddistinguono il percorso tracciato dal Settore Tecnico AIA e dal suo responsabile Alfredo Trentalange. Un raduno importante, per concetti, percorsi formativi ed ospiti. Un raduno che lascia tante buone sensazioni sul lavoro svolto e sui percorsi di crescita che sono stati indicati alle nuove leve arbitrali. Nella parte iniziale della mattinata la responsabile del Progetto Talent & Mentor Katia Senesi, assieme a Riccardo Camiciottoli Responsabile del Modulo Perfezionamento e Valutazione del Settore Tecnico, ha coordinato i lavori di analisi delle risultanze dei lavori dei gruppi di studio. Ben ventuno i gruppi di lavoro in cui erano stati suddivisi i ragazzi nei giorni scorsi. Ad ogni gruppo era stata affidata l’analisi di una situazione di campo. Sono stati analizzati casi di fuorigioco, falli mano e collaborazione fra arbitro ed assistente. Una metodologia di lavoro indubbiamente coinvolgente che, grazie alla sapiente guida dei Vice Responsabili del Settore Tecnico Duccio Baglioni (Centro) e Luca Gaggero (Nord) è riuscita a favorire la discussione e l’uniformità valutativa. Dopo Manganelli nella giornata di ieri, la partecipazione ai lavori di Gianluca Rocchi, arbitro internazionale della Sezione di Firenze ha decisamente calamitato l’attenzione e l’interesse dei ragazzi. “Un arbitro che viene da lontano – ha detto il responsabile del Settore Tecnico AIA Alfredo Trentalange nel presentare Rocchi - che era qui come voi negli anni duemila, che era allora come voi adesso una giovane speranza”. “La prima cosa che vi voglio dire è che dovete comprendere velocemente che chi oggi dedica a voi il proprio tempo, le persone del Settore Tecnico ed i vostri Mentor, lo fa con il cuore – dice Rocchi – ed il modo miglior per voi di restituire quanto ricevete è andare in campo e fare bene”. Un interessante botta e risposta con i ragazzi, domande, curiosità, aneddoti. Nel proseguo del suo intervento Rocchi ha invitato i ragazzi ad “essere capaci ad accettare i propri limiti” ma senza che questo fatto possa mai impedire “di inseguire i propri sogni, le proprie ambizioni. Dovete fin da adesso imparare a sognare la Serie A”. “Non fermatevi mai - conclude Rocchi - non smettete mai di avere obiettivi“. In chiusura di mattinata altro grandissimo personaggio che ha voluto portare la testimonianza della propria esperienza: Manuela Nicolosi, già arbitro della Sezione di Roma 1 che negli anni scorsi, per ragioni lavorative, si è trasferita in Francia iniziando ad arbitrare per la Federazione francese. Nicolosi è decisamente una delle protagonisti assolute del mondo arbitrale al femminile, assistente nella Finale della Coppa del Mondo femminile fra Stati Uniti ed Olanda e della Supercoppa Europea maschile tra Liverpool e Chelsea. “Dovete sempre farvi trovare pronti – ha detto Nicolosi – I treni non passano con la frequenza che vorremmo e quindi dobbiamo essere sempre preparati”. Nel corso del pomeriggio il Responsabile del Modulo Regolamento del Settore Tecnico, Vincenzo Meli, insieme a Gaggero e Camiciottoli, ha condotto la correzione dei video test effettuati nella giornata di ieri. Sono stati analizzati i vari episodi con interessanti momenti di confronto con i ragazzi. Al termine della sessione di correzione dei video test è stata effettuata una fase generale di debriefing del raduno nella quale i ragazzi e le ragazze, con i loro interventi, hanno messo in evidenza i momenti positivi e le emozioni e che hanno vissuto in questi giorni. In conclusione del raduno il Responsabile del Settore Tecnico ha ringraziato tutti coloro che ne hanno reso possibile la realizzazione, i graditissimi ospiti, Francesco Bianchi della Uefa Convention, gli internazionali Manganelli, Rocchi e Nicolosi, i medici, i preparatori atletici, i massofisioterapisti con particolare riferimento a Marcello Marcato, Coordinatore del Settore Tecnico, vero e proprio motore della macchina organizzativa del Settore Tecnico.
Al raduno hanno partecipato due ospiti della Federazione Maltese, un giovane arbitro ed un formatore.

Nella foto principale il gruppo dei Talent e dei Mentor, in copertina Baglioni, Trentalange, Bianchi, Senesi e Camiciottoli. Nelle altre foto nuovamente il gruppo dei partecipanti al raduno, Gianluca Rocchi, Manuela Nicolosi, un momento dei lavori di gruppo, alcune vedute della sala riunioni, dottori e massiofisioterapisti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente