Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno Top Class CAN 5, giornata di test atletici e quiz regolamentari

Marco Marinelli - 13/12/2019, 23:15

La seconda giornata di raduno Top Class della Commissione Arbitri Nazionale per il Calcio a 5 si è aperta con i test atletici presso il PalaPaternesi di Foligno.
Gli arbitri hanno oggi effettuato i 4x10 m, i 30 mt e l’ARIET Test sotto la guida dello staff dei preparatori atletici e fisioterapisti composto da Gilberto Rocchetti, Davide Ammannati, Andrea Zoppi e Claudia Fabretti, assistiti a loro volta dal Componente del Settore Tecnico AIA del modulo Biomedico Giacomo Passalacqua.
Gli internazionali Angelo Galante, Alessandro Malfer, Nicola Manzione, Chiara Perona e Dario Pezzuto hanno effettuato anche i caratteristici FIFA Test.
Il rientro nella location che ospita il raduno, il Delfina Palace Hotel, è coinciso con i quiz tecnici e videoquiz somministrati dal Componente del Settore Tecnico Lello Casale.
Il commento quindi del Responsabile Angelo Montesardi, che ha apprezzato l’ottima organizzazione nello svolgimento dei test atletici e le risultanze degli stessi: “Siete stati bravi, ottimo lavoro. Continuate a fare quello che state facendo e siate sempre l’esempio da seguire”.
Successivamente il gruppo si è recato nella vicina città di Assisi, per visitare la splendida Basilica di San Francesco e incontrare, presso il palazzo del Comune, l’Assessore allo sport Veronica Cavallucci, la quale ha ringraziato Montesardi per la gradita visita, in quanto gli arbitri sono una “presenza fondamentale per rimarcare il rispetto alle regole e alla disciplina sportiva”. Montesardi ha quindi ringraziato l’Assessore per l’ospitalità, omaggiandola con la maglia gialla della divisa arbitrale, in segno di stima e rispetto reciproci.
I saluti poi del Presidente del Comitato Regionale Arbitri Umbria Luca Ciancaleoni e del Presidente della Sezione di Foligno Valentina Finzi, i quali, prima di rivolgere un grosso in bocca al lupo all’élite di arbitri futsal, hanno impreziosito ulteriormente il momento.
Non è mancata la partecipazione alla Santa Messa presso la nota Chiesa di Santa Maria Maggiore, celebrata per l’occasione dal Vescovo Monsignor Domenico Sorrentino, il quale, felice di avere in platea il folto gruppo arbitrale, ha riscoperto la storia di quel luogo: “Proprio qui, molti anni fa, il Vescovo di allora è stato arbitro della partita giocata tra San Francesco e suo padre”. Al termine della celebrazione, Monsignor Sorrentino si è concesso una foto ricordo con tutta la compagine arbitrale, ricevendo in dono per l’occasione la maglia nera della divisa, personalizzata con il proprio nome, simbolo di gratitudine ed appartenenza al gruppo.
La visita infine al Museo della Memoria di Assisi, che racconta la storia dell’aiuto dato dagli assisani agli ebrei negli anni 1943-1944, ha arricchito ulteriormente la giornata ed esaltato quei valori di eticità e rettitudine che tanto contraddistinguono il gruppo guidato da Montesardi.
Al rientro in hotel spazio alla match analysis, che ha visto ancora una volta interagire costruttivamente i 54 arbitri, i quali hanno discusso assieme a Montesardi e ai Componenti CAN 5 delle decisioni tecniche e disciplinari da assumere in casistiche sempre più complesse.
“Cercate di prevedere sempre quello che può accadere e anticipatelo”, ha dichiarato Montesardi in chiusura. “Date una soglia tecnica alla gara e mantenetela fino alla fine. Non date spazio a banali polemiche e siate sempre voi stessi”.

In copertina: il gruppo in posa con Monsignor Sorrentino
In gallery:
1. Il riscaldamento di una parte del gruppo prima dell’effettuazione dei test atletici;
2. Lello Casale durante la spiegazione dei videoquiz
3. Match analysis con Montesardi
4. La platea
5. La consegna della divisa arbitrale all’Assessore allo sport di Assisi
6. Il saluto di Luca Ciancaleoni e di Valentina Finzi
7. La consegna della divisa arbitrale a Monsignor Sorrentino

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente