Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Concluso a Foligno il raduno Top Class CAN 5. Montesardi: “A casa più forti di prima”

Marco Marinelli - 14/12/2019, 16:30

Si è conclusa la tre giorni di raduno Top Class della Commissione Arbitri Nazionale per il Calcio a 5 a Foligno, ospitato presso il Delfina Palace Hotel, che ha visto la partecipazione dei migliori 54 arbitri dell’organico della Commissione guidata da Angelo Montesardi. Il raduno è stato curato nei minimi dettagli grazie al supporto costante di tutta la Commissione e del Componente del Settore Tecnico arbitrale Lello Casale.
L’ultima giornata è stata caratterizzata da una full immersion di match analysis, con la visione di tutte le gare di Serie A della prima frazione di Campionato, evidenziando una serie di aspetti e di procedure che devono essere affinate per rendere prestazioni sempre più adeguate ai contesti dei campionati nazionali.
La dichiarazione di Montesardi: “Dovete lavorare intensamente per raggiungere la perfezione nella definizione degli eventi tecnici e nel contempo dovete andare in campo sereni e per divertirvi”.
Si sono susseguiti quindi gli interventi dei vari Componenti della Commissione.
Francesco Peroni: “Dovete leggere i calciatori e capire le loro intenzioni. Andate di pancia, per essere credibili alcune decisioni vanno prese dando ascolto a quello che vi dice l’istinto”.
Gianantonio Leonforte: “La concentrazione dev’essere una priorità assoluta. Vivete la gara, sentitevi parte di essa ed entrate sempre nella psicologia dei calciatori per far bene”.
Montesardi ha voluto così sintetizzare il modus operandi che i suoi arbitri devono adottare: “Attenzione alle simulazioni, specie dopo il quinto fallo cumulativo e dentro le aree di rigore. Leggete sempre la gara. La presenza dell’arbitro dev’essere forte e sentita da tutte le componenti in gioco. Fate capire a tutti che siete lì e che non vi sfugge nulla e non dimenticate mai di fare prevenzione prima di assumere provvedimenti disciplinari”.
Durante il pranzo, spazio ai festeggiamenti per il gruppo di arbitri che hanno iniziato il loro ultimo anno di attività sul campo. Il momento, carico di emozione, ha assunto ancora più importanza con il taglio della torta preparata appositamente per l’occasione, assieme a Montesardi e a tutta la Commissione.
“Grazie a tutti per aver partecipato – ha affermato Montesardi in chiusura - sempre attenti e pronti a dare un vostro apporto durante l’analisi degli episodi visti. Sono estremamente convinto che questo evento darà i suoi frutti, torniamo a casa più forti di prima. Buon proseguimento di Campionato e auguri di buone Feste a tutti. In bocca al lupo”.

In copertina: La match analysis condotta da Montesardi.
In gallery:
1 e 2. Alcuni momenti della lezione di Montesardi;
3. La lezione di Peroni;
4. Gianantonio Leonforte, Andrea Sabatini e Lello Casale;
5. La lezione di Leonforte;
6. Gli arbitri dell’ultimo anno in attività;
7. Il taglio della torta della Commissione con i “veterani” CAN 5.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente