Ayroldi: “Credere sempre in se stessi e non mollare mai”

CRA Puglia

Ayroldi: “Credere sempre in se stessi e non mollare mai”Si è concluso martedì 21 gennaio, presso la Sezione di Brindisi, il tour delle visite del Comitato Regionale Arbitri Puglia nelle otto sezioni pugliesi, che si sono svolte nelle seguenti date: il 12 dicembre a Taranto, il 13 dicembre a Lecce, il 14 dicembre a Casarano, il 18 dicembre a Foggia, il 20 dicembre a Barletta, il 9 gennaio a Molfetta, il 15 gennaio a Bari, il 21 gennaio a Brindisi.
Ciascuna visita si è articolata in due fasi. Nella prima, si sono effettuati i colloqui tra ciascun associato inserito nell’organico regionale e l’intero Comitato, nei quali, il Presidente Nicola Giovanni Ayroldi, a nome dei suoi collaboratori, ad ognuno ha illustrato le risultanze riportate nella prima parte della Stagione; ha evidenziato le positività e le manchevolezze mostrate; ha offerto spunti motivazionali per lo svolgimento di una seconda parte della Stagione in linea con le attese del CRA. Si è riscontrato in generale notevole soddisfazione dei partecipanti al colloquio, per la schiettezza e la trasparenza con la quale il Comitato ha analizzato il rendimento di ciascuno e per i consigli forniti dalla stessa ad ognuno per poter migliorare.
Nella seconda si è svolta la riunione tecnica condotta dal Presidente Ayroldi, nell’introdurre la quale tutti i Presidenti di Sezione hanno sottolineato in sostanza, la positiva sinergia che lega l’operato sezionale con quello regionale e i buoni risultati raggiunti dal CRA in questa prima parte della Stagione. Nicola, ha aperto ciascuna riunione presentando la sua squadra e il ruolo che ciascuno ricopre.
Ha dettagliato sulle valutazioni date agli arbitri e agli assistenti, dagli osservatori e dai Componenti dell’Organo tecnico nella prima parte della Stagione e le ha comparate, ha mostrato le varie statistiche, ha comunicato quali sono stati gli esordi in Promozione ed Eccellenza degli arbitri, ha elencato gli obiettivi ancora da raggiungere.
Ha sottolineato la necessità, anche in presenza di prestazioni positive, di un continuo e costante miglioramento e della cura di ogni minimo dettaglio. Ha evidenziato in ogni sezione, infatti, che l’obiettivo principale del Comitato è quello di formare arbitri pronti a confrontarsi in futuro con le realtà nazionali. Il Presidente, ci ha tenuto a sottolineare ovunque, che l’obiettivo primario fino ad oggi, è stato quello di conoscere ogni arbitro ed assistente fin dalle prime partite, dando a tutti la medesima possibilità di concorrere per uno stesso fine. Ha invitato pertanto tutti a rispettare e seguire le indicazioni date loro dagli osservatori e dagli Organi Tecnici e a spogliarsi della eventuale mentalità errata.
Ha rimarcato l’importanza della combinazione tra preparazione atletica e conoscenza regolamentare, due pilastri fondamentali per il raggiungimento di livelli elevati.
In tutte le sezioni è stata molto apprezzata la forte carica motivazionale trasmessa da Ayroldi a tutti i presenti: ha sottolineato che con comportamenti scorretti, il percorso diventa breve e non si arriva da nessuna parte, che l'atteggiamento morale conferisce libertà e autonomia. Ha evidenziato che è fondamentale per ottenere il successo, avere fiducia in se stessi e non mollare mai, avere pazienza, perseveranza, impegnarsi, lavorare in silenzio, saper vincere la fatica, sudando ed evitando la cultura dell’alibi, avere la capacità di rialzarsi durante le cadute ed avere sempre motivazioni. La motivazione è infatti per il Presidente il mezzo tramite il quale si giunge alla realizzazione di un sogno.
Molto toccante è stato il momento in cui Nicola ha ricordato Stefano Farina, persona a lui tanto cara, risultata fondamentale per la sua crescita formativa dirigenziale.

In Copertina il Presidente durante la riunione tecnica presso la sezione di Molfetta
In gallery, in ordine cronologico, la riunione tecnica del CRA presso le sezioni di: Taranto, Lecce, Casarano, Foggia, Barletta, Bari e Brindisi

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri