Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Concluso lo stage di Bari della CAN 5, Montesardi: “Lavoriamo per crescere”

Paolo Vilardi - 01/02/2020, 12:03

“Quando andate ad arbitrare dovete informarvi sulle squadre, raccogliendo più elementi possibili che possano facilitare la direzione e trasmettere credibilità, come le tattiche di gioco ad esempio. Informazioni che vi devono far andare in campo prepararti, ma mai prevenuti”. L’invito alla preparazione ottimale alla gara è del Responsabile della Commissione Nazionale per il calcio a 5, Angelo Montesardi, rivolto questa mattina agli arbitri del centrosud, da ieri pomeriggio all’Hotel Parco dei Principi di Bari per il raduno di metà campionato.
La seconda giornata di perfezionamento tecnico e verifica, l’ultima dello stage in Puglia, è iniziata di buon mattino con una match analysis che si è protratta per qualche ora ed iniziata da Angelo Montesardi. A seconda dei video esaminati sono state trattate varie argomentazioni tecniche e approfondite le misure che il direttore di gara dovrebbe adottare in campo nell’ambito della gestione disciplinare.
Con la stessa metodologia didattica sono intervenuti nel proseguo altri Componenti della Commissione che designa il futsal nazionale. “Non dimenticate che l’approccio alla partita è molto importante”, ha detto Gianantonio Leonforte, nella sua esortazione a ‘leggere’ bene la gara e arbitrare di conseguenza.
La parola è poi passata a Ettore Quarti, Francesco Massini e Laura Scanu, che hanno anche loro commentato episodi salienti emersi dalla match analysis. “Dove non c’è certezza non assumiamo provvedimenti disciplinari”, ha risaltato Quarti, mentre Massini e Scanu hanno fatto, tra l’altro, dei rilievi in ambito comportamentale, ponendo in risalto quanto sia importanza la vicinanza al pallone per trasmettere credibilità ai calciatori.
In contemporanea, in altra aula, i Componenti responsabili degli osservatori, Salvatore Racano e Francesco Peroni, hanno svolto una riunione con gli osservatori arbitrali. All’ordine del giorno la comparazione dei contenuti della relazione dell’OA con l’analisi video delle stesse partite.
Lo stage si è concluso all’ora di pranzo. Visibilmente soddisfatto il Responsabile della CAN 5: “Il raduno è stato proficuo perché abbiamo avuto modo di testare arbitri e osservatori sui vari aspetti regolamentari e tutti hanno risposto in maniera efficace, dimostrando competenza e predisposizione al confronto e alla crescita. Il gruppo è sicuramene affidabile – ha continuato Montesardi - e la riprova l’abbiamo ogni sabato e domenica nei palazzetti di tutta Italia. Grande soddisfazione anche sul piano internazionale per la designazione di una quaterna italiana alle qualificazioni della fase finale della FIFA Futsal World Cup 2020, una delle poche nazioni a poter vantare un così nutrito numero di arbitri italiani designati in questa competizione. Tanto a dimostrazione della qualità degli arbitri italiani per il loro apprezzamento anche in ambito UEFA e FIFA. Continuiamo a lavorare – ha concluso - per preparare e formare i direttori di gara grazie anche a questi raduni che l’AIA ci consente di fare che speriamo di poter in seguito aumentare”.

In copertina Angelo Montesardi
In gallery:
1. Arbitri e osservatori (1)
2. Arbitri e osservatori (2)
3. I Componenti Gianantonio Leonforte e Andrea Sabatini
4. Il Componente Salvatore Racano e gli osservatori arbitrali
5. Da sinistra i Componenti Laura Scanu, Vincenzo Franzese, Francesco Peroni e Salvatore Racano
6. Il Componente Ettore Quarti
7. Il Componente Francesco Massini

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente