Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Paolo Calcagno: in campo la virtù dell’umiltà

Giacomo Pasquetto - 10/02/2020, 14:30

Sezione di Crema
La lezione tecnica tenuta dall’ospite nazionale è sempre un momento molto importante, specialmente per una piccola Sezione come lo è quella di Crema, che quest’anno ha avuto l’onore di ospitare Paolo Calcagno, ex assistente internazionale che ha calcato i terreni di giuoco degli stadi più importanti d’Italia e del mondo, culminando la sua carriera con la direzione della finale del Campionato Europeo del 2008 di Ucraina e Polonia che ha visto fronteggiarsi Germania e Spagna, e con la partecipazione ai Mondiali di calcio in Sudafrica nel 2010.
Ovviamente il bagaglio di esperienza che Paolo ha a disposizione è incredibile, messa a disposizione di tutta l’Associazione come componente prima della CAN D e poi della CAN C dopo aver terminato il suo ruolo sulla fascia. La sua capacità di trasmettere concetti in modo semplice ma efficace ha subito fatto effetto su tutti i ragazzi, catturati dalla lezione innovativa di Calcagno: con l’ausilio di filmati è stata infatti messa alla prova la capacità della vista umana, che può catturare tantissimi dettagli come perdersi particolari importanti. In campo ovviamente questo può risultare molto dannoso, inficiando una decisione che potrebbe risultare decisiva per l’esito della gara. Questi concetti sono stati poi applicati ad episodi inerenti al fuorigioco – in particolare al compito degli assistenti - il tipo di focus che si deve avere in determinate situazioni con la relativa postura, che spesso è data troppo per scontata.
Infine Paolo Calcagno ha voluto anche condividere con la Sezione quella che è stata per lui l’Associazione, che l’ha portato a raggiungere traguardi che non si sarebbe mai aspettato di raggiungere: dalle sue parole traspariva l’orgoglio di aver raggiunto certi obiettivi ma allo stesso tempo l’umiltà che lo contraddistingue, virtù che risulta spesso la chiave per raggiungere il successo. Il film “Kill the referee” che lo vede come “involontario” protagonista insieme a tutte le terne di Euro 2008, ha accompagnato la parte finale della lezione, strappando anche qualche sorriso dopo aver raccontato aneddoti e curiosità. Tutti gli arbitri di Crema sono stati colpiti dalla vicinanza che Paolo Calcagno ha mostrato durante la lezione, quasi come se veramente fosse un associato conosciuto da sempre, certi del fatto che i suoi consigli saranno applicati subito dalla prossima partita.

In Copertina: Paolo Calcagno con il Presidente della Sezione di Crema Annunziato Scopelliti
In Fotogallery:
1 Calcagno consegna la pergamena per i cinquant’anni di appartenenza all’Associazione a Giuseppe Ardigò
2 Calcagno con gli arbitri cremaschi

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente