Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Intitolata la Sezione a Raffaele Manunza

Massimo Murru - 15/02/2020, 09:00

Sezione di Cagliari
È stata una riunione plenaria veramente speciale quella di venerdì 7 febbraio 2020 in occasione del 90° anniversario della nascita della Sezione di Cagliari. Alla presenza del Presidente Nazionale Marcello Nicchi, la serata è stata interamente dedicata alla cerimonia ufficiale di intitolazione della Sezione di Cagliarial compianto Raffaele Manunza, che ha ricoperto la carica di presidente per 19 anni ed è stato vicino alla Sezione sino a che la salute glielo ha consentito.

Il Presidente di Sezione Luigi Ramo all’apertura dell’incontro si è mostrato particolarmente felice per la presenza di tanti colleghi, ex colleghi arrivatida ogni parte della Sardegna per onorare la memoriadell’ex Presidente Raffaele Manunza. Un ringraziamento particolare è andato al Presidente Marcello Nicchi sempre presente nei momenti importanti, alla famiglia Manunza rappresentata dal fratello edai nipoti di Raffaele. Altri sentimenti di gratitudine sono andati a Francesco Cabboi Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Sardegna presente con tutti componenti, ai Presidenti di tutte le Sezioni sarde, a Gianni Cadoni Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, al Gruppo Scout di Selargius di cui Raffaele ha fatto parte per tanti anni, e alle Autorità Amministrative delle città di Cagliari e Selargius.

È stato poi un susseguirsi di ricordi, aneddoti ed emozioni grazie alle parole di Riccardo Cossu, Efisio Deiana e di tutti coloroche hanno raccontato momenti particolari della sua vita e dell’esperienza all’interno dell’AIA. Particolarmente toccante è stato l’intervento del Gruppo Scout di Selargius, l’altra associazione di cui Raffaele ha fatto parte per tanti anni e che ha contribuito a far rinascere nel lontano 1972. Lo hannodescritto come un fratello maggiore, un amico coerente e leale, capace sia nel fare che nell’organizzare, una persona sempre a disposizione di tutti chenon si è mai tirato indietro in caso di necessità.

Anche il Presidente Francesco Cabboi in rappresentanza di tutto il Comitato Regionalel’ha voluto ricordare come un maestro di calcio e di vita che ha fatto crescere la Sezione e una generazione di arbitri. In un’aula gremita, a dimostrazione di quanto Raffaele Manunza sia stato amato ne ripercorre le tappe fondamentali del loro rapporto: “Ricordo di aver conosciuto RaffaeleManunza, da giovane arbitro,lui eraosservatore della seconda categoriae successivamente lo rincontrato quando ero Presidente della Sezione di Nuoro. Uno step della vita associativa dell’AIA che ha messo a confronto due generazioni dirigenziali spesso con vedute e percorsi diversinei numerosi incontri associativi comuni,Raffaele ha sempre detto quello che pensava e rispettava tutti coloro che la pensavano diversamente da lui. Ha dato un contributo considerevole all’Associazione perché con suoi 19 anni di presidenza sezionale ha lasciato il segno e con l'intitolazione della Sezioneconsegniamo Raffaele Manunza alla storia della Sezione di Cagliari eal movimento Regionale Arbitri”.

Il Presidente Ramo ha voluto manifestare la vicinanza della Sezione ai familiari di Raffaele, rappresentati dal nipote Matteo, con una targa raffigurante l’immagine di Raffaele. In suo ricordo la Sezione di Cagliari ha ricevuto omaggi da ex colleghi e dai Presidenti di Sezione della Sardegna.Il Presidente Nazionale Marcello Nicchi con il simbolico taglio del nastro e la consegna della targa celebrativa da applicare in Sezione ha ufficialmente intitolato la Sezione di Cagliari a Raffaele Manunza. “Si farà fatica a dimenticare Raffaele, sembrava un duro, ma un duro non lo era – ha detto Nicchi – era un uomo di parola e quando dava una parola quella era e una sola”.Nicchi ha voluto rimarcare l’importanza della sezione e dell’arbitro “per noi Associazione significa un gruppo di persone che stanno insieme, che si danno una regola, un regolamento, per raggiungere un fine comune e per noi il fine comune è arbitrare le partite di calcio”.

La serata è proseguita con una cena conviviale all’insegna del ricordo.

In copertina: targa alla Famiglia Manunza.
In gallery:

1) la sala gremita;
2) il Presidente del CRA Francesco Cabboi;
3) Luigi Ramo consegna la targa al nipote Matteo Manunza;
4) il Presidente Marcello Nicchi effettua il taglio del nastro;
5) Nicchi consegna la targa di intitolazione alla Sezione;
6) i Presidenti Cabboi, Nicchi e Ramo al taglio della torta.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente