Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Serata con gli internazionali di calcio a 5 Malfer e Perona

Francesco Leone - 15/02/2020, 16:00

Sezione di Catanzaro
Alessandro Malfer e Chiara Perona, arbitri internazionali di futsal, sono stati i graditi ospiti della riunione tecnica svoltasi, il 7 febbraio, presso la sala dell’AVIS della Provincia catanzarese, ente con cui la Sezione di Catanzaro ha stretto, da anni, un proficuo rapporto di collaborazione.
All’incontro hanno preso parte anche Stefano Archinà, Componente del Comitato Nazionale dell’AIA, Franco Longo, Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria, Gianfranco Pujia e Leo Procopio, Presidenti delle consorelle Sezioni di Lamezia Terme e Soverato, nonché tutti i Componenti del Comitato Regionale Arbitri della Calabria e tutti gli arbitri ed osservatori di fustal calabresi appartenenti alla Commissione Nazionale del Calcio a 5.
Il Presidente della Sezione Francesco Falvo ha introdotto i lavori della riunione, mediante un breve excursus storico della disciplina in Calabria e ricordando, con affetto, il pioniere Peppe Chiarello – presente in sala.
I relatori sono stati presentati da un bel filmato realizzato dagli associati della Sezione sotto la guida sapiente di Fabio Garcea.
Alessandro Malfer e Chiara Perona hanno dato prova del loro affiatamento, svolgendo insieme la loro interessante lezione, cedendosi, con perfetta sincronia, la parola nei diversi argomenti trattati.
Malfer ha iniziato il suo brillante intervento, rimarcando il seguente concetto: arbitra da diciotto anni in Serie “A” ed ha maturato molta esperienza la quale è frutto degli errori commessi. Ha arbitrato finali di Champions League, fasi finali dei Campionati del Mondo e di Europa, grazie alla disamina degli errori commessi in occasione di tutte le partite da lui dirette
Il relatore ha precisato che ogni partita, anche quella che sembra impeccabile, va esaminata alla ricerca degli errori, perché occorre sempre migliorarsi, in quanto l’arbitro di futsal deve essere sempre al top e deve garantire lo spettacolo e la regolarità delle partite.
Malfer, sull’argomento, ha offerto in visione alcuni filmati con cui ha illustrato, con grande umiltà e precisione chirurgica, le sue valutazioni errate.
Chiara Perona ha dichiarato che, dal suo punto di vista, alla base dell’arbitraggio ci sono la curiosità e la generosità, puntualizzando che la prima è la molla dell’arbitro.
Occorre essere curiosi per sapere affrontare e capire i diversi contesti in cui ci troverà ad arbitrare ed i problemi tecnici che dovranno essere risolti. Bisogna essere generosi per arbitrare ed avere fiducia nel collega con cui si arbitra.
Alessandro Malfer ha utilizzato lo spunto offerto dalla collega per parlare delle partite arbitrate, con gli arbitri di altre nazionalità e continenti ed ha evidenziato un ulteriore e fondamentale concetto: l’arbitro, durante la partita, non solo deve prendere la decisione giusta, ma lo deve fare nel modo e nei tempi giusti.
Il relatore, sul punto, ha offerto in visione un filmato in cui ha illustrato, alla platea, una decisione corretta, dal punto di vista tecnico, ma non tempestiva. La scarsa tempestività della decisione aveva acceso gli animi ed alzato il livello nervoso della partita.
Chiara Perona ha chiuso il suo apprezzato intervento rivolgendosi alle colleghe presenti e le ha incoraggiate ad avere fiducia nei loro mezzi.
La bella serata si è conclusa con la consegna degli attestati, per i loro 50 anni di appartenenza all’associazione, agli arbitri benemeriti: Vincenzo Giliberti, Francesco Laudadio e Giovanni Lucisano.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente