Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Simone Sozza: “Ogni soffitto raggiunto diventa pavimento”

Giacomo Rossi - 02/03/2020, 12:00

Sezione di Lodi
Si è tenuta la seconda riunione tecnica del girone di ritorno in cui la Sezione AIA di Lodi ha ospitato Simone Sozza, arbitro della Sezione di Seregno. Sozza, classe 1987 e associato dal 2004, è attualmente Vicepresidente della sua Sezione e arbitro appartenente alla CAN B. Nel 2018 riceve il premio “Sportilia” come “Miglior arbitro di Serie C”, nel 2019 fa il suo esordio in Serie B e un nuovo, bellissimo, traguardo arriva il 20 Gennaio 2020, quando fa il suo esordio in Serie A dirigendo la gara Parma - Udinese.
Dopo i saluti di rito del Presidente Emanuele Marchesi, Sozza ha voluto iniziare la riunione esponendo cosa significhi per lui essere arbitro, sottolineando l’importanza di alcuni aspetti fondamentali che ogni associato dovrebbe rispettare: in primis la conoscenza del regolamento, fondamentale per prendere decisioni corrette durante la gara, il secondo aspetto è e la preparazione atletica, anch’essa fondamentale per ottenere una prestazione positiva e convincente.
Simone ha evidenziato quanto la presenza alle varie lezioni tecniche sia importante per il processo di crescita di un arbitro, perché queste permettono il confronto con i colleghi e l’individuazione dei propri errori. Per fare ciò però è necessario avere una grande passione per il giuoco del calcio, che va coltivata nel corso degli anni e mai persa, bisogna dimostrare grande serietà nei confronti dell’AIA, manifestare spirito di sacrificio e soprattutto avere voglia di migliorarsi, dimostrando capacità di autocritica.
La serata è poi proseguita con la visione di due distinte categorie di video. Nella prima Sozza si è voluto soffermare sugli aspetti disciplinari, mostrando delle riprese che riportavano spezzoni di sue gare dove ha dovuto sanzionare con dei richiami o con dei cartellini gli interventi dei calciatori, ha poi richiesto l’intervento di alcuni presenti da lui selezionati per commentare tali episodi. In questi video Sozza ha voluto sottolineare l’importanza di mantenere la calma durante la gara, essere sereni e soprattutto fare cose semplici che tutti si aspettano. Aspetto molto importante per poter portare a termine una buona gara è la prevenzione che un arbitro deve adottare, pensare cioè a quello che potrebbe succedere e avere già in mente la possibile decisione da prendere.
La seconda categoria di video ha affrontato episodi comportamentali di discussioni tra i calciatori e il direttore di gara. Simone, commentando gli episodi sempre con l’aiuto dei presenti, ha spiegato quanto sia importante la presenza attiva dell’arbitro durante la gara per poter prevenire episodi movimentati tra calciatori. Per fare ciò è importante individuare da subito i calciatori leader della squadra, così da indirizzare la gara nel verso giusto e farsi trovare pronti nei momenti complessi, mantenendo sempre la calma e il giusto atteggiamento verso i calciatori.
Sozza infine ha voluto chiudere il suo intervento con una frase di grande significato: “Ogni soffitto raggiunto diventa pavimento”, incoraggiando tutti a cercare di superare sempre i propri limiti e una volta superati imporne altri anch’essi da superare nuovamente. Solo così infatti è possibile migliorarsi costantemente e crescere.
Infine, dopo il tradizionale omaggio sezionale della Tortionata Lodigiana, Simone si è concesso alle foto con gli associati presenti.
In Copertina:
Il Presidente Marchesi con Simone Sozza
In fotogallery:
1: Il ricordo del recente esordio di Sozza in Serie A
2: In platea anche Renato Faverani, suo Organo Tecnico in quella che era la CAN PRO
3: La lezione di Simone alla platea lodigiana
4: Sozza riceve dalle mani del Presidente Marchesi la Tortionata Lodigiana

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente