Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Utilizzo social e aspetti legali, riunione con Camposano

11/03/2020, 11:00

Sezione di Lamezia Terme
In occasione dell'ultima riunione tecnica, tenutasi venerdì 28 febbraio, i fischietti lametini hanno ospitato l'avvocato Vincenzo Camposano, Componente della Commissione Esperti Legali dell'AIA e associato della Sezione di Crotone. Questi, dopo aver portato i saluti del Responsabile della Commissione, avvocato Valerio Di Stasio della Sezione di Nocera Inferiore, ha affrontato in maniera molto chiara il tema dell'incontro, quello dei tristemente attuali episodi di violenza sugli arbitri, invitando tutti gli associati a "non abbassare la testa, perché si è ancora troppo indecisi a parlare di violenza".
Centrale in questo caso è il ruolo della Commissione, che offre un sicuro punto di appoggio dal punto di vista dell'assistenza legale a tutti gli arbitri ed è un esempio dell'ottimo funzionamento dell'insieme dei servizi offerti dall'Associazione, che, come ricorda Camposano, "è a tutti gli effetti una grande azienda, di cui l'aspetto legale è una componente fondamentale". Numerosi sono stati gli inviti ai più giovani a tenere alta la concentrazione, tanto in campo quanto nell'uso delle nuove forme di comunicazione e dei social network, che rappresentano un fattore di rischio da non sottovalutare in quanto - ricorda l'avvocato - "sui social è tutto pubblico, e possiamo rischiare la tessera per un commento o per un selfie allo stadio". In ogni caso, il dovere primario di un arbitro è quello di divertirsi, e la tutela del divertimento è affidata a tutta l'AIA, descritta come "una macchina perfetta e una grandissima famiglia".
Al termine della riunione, il presidente sezionale Gianfranco Pujia ha ringraziato Vincenzo per aver trattato, con concretezza e semplicità, argomenti di fondamentale importanza quale la tutela e la sicurezza dell'associato nell'espletamento dell'attività arbitrale.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente