Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno CAN 5, gli arbitri di Puglia e Abruzzo i primi a Sportilia

01/09/2020, 19:00

Si è aperto ieri a Sportilia, nel pieno rispetto delle norme sanitarie anti COVID, il raduno della CAN 5, a cui ha preso parte il primo gruppo di 63 arbitri provenienti da Puglia e Abruzzo. Nei prossimi giorni arriveranno, sempre in gruppi di 60/63, gli arbitri provenienti dalle altre regioni d'Italia, fino al completamento dell’organico che quest’anno è composto da 370 unità.
Il Responsabile Angelo Montesardi ha aperto il raduno commemorando i compianti Bruno Perottoni, ex osservatore arbitrale della CAN 5 e Mentor del CPA Trento, e Andrea Lastrucci, già Commissario CAN 5, a cui la platea ha dedicato un commosso applauso.
Presenti per il Settore Tecnico la Responsabile del Modulo Formazione del calcio a 5 Francesca Muccardo e il Componente Claudio Rossi.
La giornata di ieri ha visto impegnati i direttori di gara in una intensa sessione di aggiornamento tecnico in aula con l’esposizione delle pregnanti novità regolamentari che quest’anno caratterizzano il futsal da parte del Responsabile Angelo Montesardi, affiancato dalla Coordinatrice del modulo dedicato del Settore Tecnico Francesca Muccardo.
Con l’illustrazione del testo della Circolare n.1 e 2, slide ad hoc e video mirati, si è entrati nel vivo dei lavori che attengono ambiti rilevanti per la disciplina, quali la DOGSO, la SPA, le Regole 3 e 12 (in particolare con la nuova interpretazione del fallo di mano), nonché precisazioni e specifiche sull’intero apparato regolamentare.
A completamento e verifica dell’apprendimento, sono stati somministrati i quiz tecnici e, novità assoluta di quest’anno, anche una batteria interamente in inglese per valutare il livello di conoscenza della lingua straniera. Si è trattato di una sessione concentrata e impegnativa in cui gli arbitri hanno dovuto assimilare novità importanti che, dal mese prossimo, si troveranno a gestire sul campo e le cui risultanze tecniche ed atletiche odierne costituiscono il primo riscontro positivo di una Stagione che si apre con desiderio di ripresa e successo dell’intero movimento arbitrale.
Il secondo giorno del raduno si è aperto con i test atletici eseguiti come da disposizioni all’aperto e in batterie ridotte dagli arbitri abruzzesi e pugliesi del primo turno che cedono oggi il passo ai colleghi delle regioni Campania, Liguria e Pimonte.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente