Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Iniziato a Sportilia il raduno CAI, Tommasi: “Arbitri attenti e motivati"

08/09/2020, 20:56

Il 7 settembre ha aperto i battenti a Sportilia il raduno di inizio Stagione della CAI. Gli arbitri, come per gli altri stage precampionato, sono stati scaglionati per gruppo di regioni onde evitare assembramenti, in ossequio al protocollo delle misure anti COVID. I primi a giungere a Spinello di Santa Sofia sono stati i fischietti di Lombardia, Abruzzo, Molise, Basilicata e Lazio, che ieri pomeriggio e in serata sono stati impegnati in un’intensa attività didattica, tra match analisys, test regolamentari e spiegazione delle modifiche contenute nella Circolare n. 1. La loro avventura sull’appennino tosco – romagnolo si è conclusa con i test atletici di questa mattina. Praticamente una full immersion di diverse ore, per ottimizzare i tempi a disposizione, prima di cedere le stanze e la sala convegni ‘Stefano Farina’ ai loro colleghi provenienti da Sardegna, Piemonte, Calabria, Puglia e da parte dell’Emilia Romagna, che a loro volta, dopo le prove atletiche, lasceranno Sportilia nel pomeriggio di domani.
Un format che si ripeterà fino a giorno 11 settembre, a completamento dell’organico CAI, guidato da questa Stagione da Dino Tommasi. Questi, nell’apertura dei lavori di ieri, si è presentato agli arbitri insieme ai suoi Componenti: Antonio Cardella, Paolo Formato, Giuliana Guarino, Gaetano Intagliata, Gustavo Malascorta, Daniele Minelli, Tiziano Reni, Diego Roca, Massimiliano Rosi, Maurizio Viazzi, Daniele Viotti e Mirko Zannier. Tommasi ha quindi dato il benvenuto alla rappresentanza del Settore Tecnico che sarà al fianco della Commissione per l’intera durata dello stage, composta dal Responsabile Matteo Trefoloni, l’unico che potrebbe lasciare Sportilia anzitempo per impegni concomitanti, il Vice Responsabile Sud Mimmo Celi e la Responsabile del Modulo “Talent e Mentor”, Valentina Garoffolo.
Prima dell’inizio dei lavori è stato proiettato un video dedicato a Loris Azzaro, l'arbitro CAI scomparso lo scorso anno mentre andava ad arbitrare, realizzato dagli arbitri della scorsa Stagione. Momento particolarmente toccante, tributato con uno scrosciante applauso.
Il raduno è poi entrato nel vivo, con la match analisys al centro della didattica che ha richiamato gli aspetti tecnici, disciplinari e comportamentali, dalla SPA al DOGSO, dai gravi falli di gioco ai falli di mano. Focus anche sul briefing pre gara e sullo spostamento in campo, con tutte le precisazioni del caso sull’intesa con gli assistenti arbitrali, al fine di evitare screditanti ingerenze.
Soddisfatto dell’attenzione e della partecipazione degli arbitri il Responsabile Dino Tommasi: “Ci siamo soffermati molto sull’approccio e sulla lettura della gara. E’ fondamentale andare in campo con la giusta mentalità e forte motivazione. Penso che dopo sette mesi i ragazzi abbiano tanta fame di arbitrare. Il primo gruppo è stato molto attento, assumendo l’atteggiamento di chi ha voglia di iniziare la Stagione nel migliore dei modi”, ha commentato.
Il Settore Tecnico ha spiegato le innovazioni regolamentari della Circolare n. 1, facendo delle importanti puntualizzazioni sul fallo di mano. Ha quindi somministrato i test sul Regolamento.
Gli arbitri ieri in aula, come accennato, hanno quindi svolto i test atletici questa mattina, per poi rompere le righe all’ora di pranzo e avvicendarsi con i colleghi di Sardegna, Piemonte, Calabria, Puglia e di parte dell’Emilia Romagna. Giornata di didattica intensa anche per loro, che con modalità parallele al primo gruppo lasceranno Sportilia domani in tarda mattinata. Sempre domani sarà la volta dei fischietti CAI di Veneto, Sicilia, Liguria, Friuli Venezia Giulia e la seconda parte dell’Emilia Romagna.
A Sportilia il segretario della Commissione, Vittorio Filabozzi, con il suo staff, per le attività di competenza. Presenti inoltre medici, fisioterapisti e preparatori atletici, pur se ad organico ridotto, come lo sono gli arbitri a seguito della turnazione, per le misure anti COVID.
Il raduno di conclude giorno 11 settembre.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente