Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Tivoli Terme iniziato il raduno precampionato degli arbitri della CAN

14/09/2020, 17:40

Con tutti gli accorgimenti previsti nelle misure anti COVID è iniziato oggi il raduno precampionato degli arbitri della CAN, che abbraccia le Serie A e B a seguito delle recenti modifiche alle Norme di Funzionamento degli Organi Tecnici dell’AIA. La location è l’Hotel Duca d’Este di Tivoli Terme, dove fino a questa mattina vi erano anche gli assistenti, reduci da una tre giorni di stage apposita per loro.
I lavori per la Commissione guidata da Nicola Rizzoli, sono pertanto iniziati l’11 settembre. Appena giunti nella struttura ricettiva ospitante i collaboratori di fascia degli arbitri sono stati sottoposti ai controlli anti COVID da un’équipe dell’ospedale ‘Spallanzani’ di Roma, composta da due medici e da due operatori sanitari che praticavano il tampone al naso, supportati da Pasquale Fedele del Modulo biomedico del Settore Tecnico dell’AIA. Nella postazione antivirus, appositamente allestita per la rappresentanza dell’AIA, il personale in servizio adottava un test di nuova generazione in grado di rilevare l’eventuale positività dei soggetti esaminati nel giro di 30 minuti. Accertata la negatività di tutti, gli 82 assistenti si sono potuti sistemare nelle camere.
Nel pomeriggio, dopo la serie di colloqui individuali, sono iniziati i lavori, con Nicola Rizzoli che ha subito presentato i suoi Componenti, tra vecchi e nuovi: Paolo Calcagno, Gabriele Gava, Danilo Giannoccaro e Andrea Stefani. Il Responsabile della CAN ha dato altresì il benvenuto a Mimmo Celi, Responsabile area Sud del Settore Tecnico, nonché a tutte le figure professionali, tra preparatori atletici, medico e fisioterapisti, presenti a questo incontro di inizio campionato.
L’attività didattica di perfezionamento è proseguita intensa per tre giorni con le solite modalità, l’analisi di numerosi video richiamanti, soprattutto, la Regola 11, il ‘Fuorigioco’; la collaborazione con l’arbitro; il timing della segnalazione; la spiegazione delle modifiche regolamentari contenute nella Circolare n. 1. Discussi altresì alcuni aspetti inerenti l’intervento del VAR.
I presenti, come consuetudine, hanno sostenuto le prove atletiche, i video test e i test regolamentari. Le prime sono state scaglionate in due sessioni. Durante la prima è stato svolto il test di velocità pura, nella seconda l’ARIET.
Nella mattinata odierna gli assistenti arbitrali hanno lasciato Tivoli, dove intanto giungevano gli arbitri, anche loro sottoposti ai controlli anti COVID dall’équipe dello ‘Spallanzani’, con il supporto per l’AIA del medico Nino Cotroneo. Anche per i direttori di gara l’esito del tampone è stato negativo.
Intorno a mezzogiorno è giunto al raduno il neo Responsabile del Settore Tecnico, Matteo Trefoloni. Quindi l’apertura lavori dopo il pranzo e i colloqui individuali. Si è partiti con la spiegazione della Circolare n. 1. Seguiranno i video test, la prima seduta di allenamento e la prosecuzione dei colloqui individuali.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente