Gli arbitri lucani pronti a ricominciare

CRA Basilicata

Gli arbitri lucani pronti a ricominciareNella giornata del 19 settembre scorso, si è svolto a Tito Scalo il raduno precampionato del Comitato Regionale Arbitri della Basilicata, che ha fatto seguito alla giornata dedicata ai test atletici effettuati con soddisfacenti risultati una settimana prima presso il Centro Federale di Potenza.
In conformità alle indicazioni anti COVID, tutti gli associati, arbitri, assistenti arbitrali e osservatori, hanno avuto accesso alla struttura alberghiera dopo la misurazione della temperatura corporea e muniti di mascherina e autocertificazione.
Il Presidente del CRA Enzo Gallipoli non ha nascosto nel saluto di benvenuto la sua emozione e la sua gioia nel rivedere, dopo mesi lunghi e difficili, i suoi associati. Ha, poi, presentato i nuovi Componenti della sua squadra, ossia Antonio Signore, responsabile degli assistenti, e Gaetano Brindisi, responsabile del calcio a 5, accanto ai riconfermati Carmine Pallotta, responsabile degli arbitri, e Luigi Gravina, Vicepresidente e responsabile degli osservatori.
I lavori sono cominciati con l'illustrazione della Circolare numero 1 e le relative modifiche affidata al Componente del Settore Tecnico dell'AIA, Stefano Cordeschi, che si è rivolto all'attenta platea con chiarezza e incisività. E' stata poi la volta dei quiz regolamentari e dell'intervento del Presidente Gallipoli che ha esposto alcune delle linee guida previste dal Protocollo per la tutela sanitaria e la prevenzione del contagio da SARS-CoV-2 per lo svolgimento in sicurezza delle attività sportive.
Nella parte finale della mattinata, si sono susseguiti gli interventi dei rappresentanti della Giustizia Sportiva, del Componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari e del Presidente FIGC- Basilicata Piero Rinaldi, che ha speso parole di elogio per la classe arbitrale lucana augurandole un anno pieno di soddisfazioni.
Dopo pranzo, gli associati hanno assistito alla riunione tecnica tenuta dal Componente del Settore Tecnico Cordeschi e dal Presidente Gallipoli che hanno mostrato interessanti video e slide didattici al fine di perseguire l'uniformità decisionale su temi spesso oggetto di dubbi interpretativi, ossia falli e scorrettezze derivanti da contrasti di gioco alti e bassi, DOGSO e SPA, concentrazione, timing decisionale, fallo di mano con annessi provvedimenti disciplinari in base al concetto ‘di strumento e arma’ e per finire il fuorigioco e le situazioni che lo determinano.
A conclusione della lezione, il Presidente Gallipoli ha voluto ringraziare i presenti, in particolare i Presidenti di Sezione e gli osservatori arbitrali, custodi e garanti della formazione arbitrale, e poi rivolgendosi ad arbitri e assistenti, li ha incoraggiati a perseguire, ognuno, il proprio obiettivo con costanza e passione. “In questa sala ci sono ragazzi che hanno potenzialità enormi, tocca a voi farle emergere, perché vi garantisco che avete le stesse capacità degli associati di altre regioni. Le motivazioni e l'entusiasmo non rendono le cose facili, ma certamente le rendono possibili”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri