I primi a tornare in aula sono gli arbitri del calcio a 5

CRA Sicilia

I primi a tornare in aula sono gli arbitri del calcio a 5Nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, e dopo mesi di video conferenze e formazione a distanza, gli arbitri siciliani del futsal si sono riuniti a Enna, il 13 settembre, per il raduno precampionato, coordinati dal Presidente del Comitato Regionale Michele Cavarretta e dal responsabile regionale futsal Antonino Ignazzitto. Un’organizzazione e un’atmosfera diverse rispetto agli altri anni, ma con la stessa passione e la stessa voglia di ripartire.
«Essere in presenza, lo attendevamo da tempo, ma non era scontato – ha subito sottolineato Michele Cavarretta – ed è stato necessario un grande impegno organizzativo di tutti per ripartire con la massima sicurezza; ora dobbiamo farci trovare pronti e preparati per la nuova stagione e dare come sempre il massimo».
Entusiasmo e passione caratterizzano l’inizio del raduno, ma anche profondi e notevoli cambiamenti nel regolamento, dettagliatamente analizzati da Andrea Liga del Settore Tecnico, e dal mentor Vito Alessandro Di Paola. «Inizia la nuova stagione e ci ritroviamo di presenza più forti e motivati di prima – ha detto Antonino Ignazzitto – e oltre ad applicare i protocolli sanitari, per poter operare in assoluta sicurezza, dobbiamo subito memorizzare il nuovo regolamento del calcio a 5 che da quest’anno presenta tante novità e pertanto ci vuole massima collaborazione, ancora più attenzione, e uno studio costante e metodico».
Selezionati i tre talent, che quest’anno parteciperanno al progetto: Salvatore Crapanzano di Agrigento, Giuseppe Savio Conticello di Trapani, Gaetano Vetri di Enna che saranno seguiti dal mentor Vito Alessandro Di Paola. Presente anche al raduno il Presidente regionale della Lega Nazionale Dilettanti Santino Lo Presti che ha voluto dare il suo saluto affinché si possa ripartire in assoluta sicurezza.
Molti gli aspetti tecnici discussi da Ignazzitto e Cavarretta, che hanno risposto a tutte le domande e ai quesiti posti dagli arbitri. Positivi i test tecnici sulle modifiche del regolamento, con molti video esemplificativi, e l’attenzione è stata massima, nonostante il periodo di fermo che la situazione di emergenza ha determinato.
«Seguo personalmente il futsal da quando ho assunto l’incarico di Presidente regionale – ha concluso Michele Cavarretta – è ho visto come l’organico sia cresciuto e migliorato in questi anni, grazie al lavoro puntuale e meticoloso svolto dai responsabili; il futsal regionale rappresenta una ricchezza per tutto il movimento arbitrale e questo spiega la nostra massima attenzione; la situazione è imprevedibile, ma noi saremo pronti ad ogni situazione che si presenterà sia in campo che nella vita».
Giorno 26 sarà la volta degli osservatori.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri