Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Un nuovo inizio all’insegna del rispetto delle regole

Luca Marcuzzi - 15/10/2020, 13:00

Sezione di Udine
Mai come quest’anno la Stagione può dirsi nuova. Nessun associato avrebbe mai immaginato di doversi confrontare, oltre che con il rispetto del regolamento, con il rispetto di un protocollo contro una pandemia. Ma gli arbitri con le regole non solo ci convivono, bensì ci vivono. Le rispettano e le fanno rispettare. Quando accade un episodio particolare, in campo ma non solo, lo sguardo di tutti è rivolto sui giovani fischietti che sono chiamati – come sempre – a decidere.
La Sezione di Udine riparte da qui. Dal rispetto di tutte le regole e dall’entusiasmo dei propri associati che non vedono l’ora di tornare sui terreni di giuoco. Il presidente Enzo Piva si è fatto trovare pronto ad organizzare un raduno precampionato che permettesse la partecipazione a tutti gli associati, nel rispetto dei protocolli, ma anche nella volontà di tornare ad una nostalgica normalità.
Il raduno dell’Organo Tecnico Sezionale si è perciò svolto in tre giornate distinte: presso l’Hotel Belvedere di Tricesimo si è tenuto il raduno dei ragazzi di Seconda Categoria e degli osservatori, il sabato successivo si è tenuto il raduno degli arbitri di Juniores e Terza Categoria, mentre nei giorni seguenti si è svolto il raduno per gli arbitri del settore giovanile scolastico. Tre appuntamenti che sono stati l’occasione per conoscere la Circolare 1 di quest’anno – grazie al componente del Settore Tecnico Valentino Menegoz – per dimostrare di ricordarsi la corretta applicazione del Regolamento attraverso i quiz, e soprattutto per rivedersi e confrontarsi sull’arbitraggio.
Nel corso del primo dei tre incontri stagionali, il Presidente Enzo Piva ha approfittato per consegnare i riconoscimenti sezionali agli associati che si sono particolarmente distinti per motivi tecnici o associativi durante la scorsa Stagione. Le premiazioni, assieme ai momenti conviviali che hanno concluso ogni raduno, sono state un piccolo segnale di ritorno alla normalità, nella speranza che il prossimo “nuovo inizio” sia più spensierato.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente