Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Addio all'ex presidente Nerio Raffelli

Tommaso Mambelli - 09/02/2021, 09:00

Sezione di Cesena
Nella notte tra giovedì 28 e venerdì 29 gennaio si è spento all’età di 88 anni l’arbitro benemerito Nerio Raffelli. Arbitro dal 1953 e figura storica nel mondo arbitrale cesenate, nel 1964, infatti, contribuì alla fondazione della Sezione arbitri di Cesena, la quale fino a quel momento risultava essere una Sottosezione alle dipendenze della vicina Sezione di Forlì. Dopo la scomparsa del compianto Cesare Marani nel 2019, Nerio era l’associato con più anni di anzianità di tessera costituendo così la memoria storica della Sezione.

Dopo aver contribuito a fondare la Sezione, fece della stessa la sua seconda casa; sono molteplici, infatti, i ruoli occupati in seno ad essa con dedizione ed abnegazione, a partire da quello di Presidente (carica che ricoprì per tre anni tra il 1972 e il 1975) passando poi per altri innumerevoli incarichi all’interno del consiglio direttivo.

Gli arbitri cesenati piangono quindi un associato storico, una colonna portante della Sezione ma ancor prima un’anima gentile, un grande uomo dotato di un garbo, una delicatezza e una sensibilità fuori dal comune. Una persona alla quale era difficile non affezionarsi in virtù della sua costante disponibilità ad aiutare e far crescere i ragazzi che si interfacciavano col mondo arbitrale. E, si badi bene, queste parole non vogliono essere la classica retorica post mortem che si dedica alle persone che vengono a mancare, ma bensì la veritiera descrizione di una persona ben voluta da tutti, la cui scomparsa ha destato grande commozione tra coloro che hanno avuto il privilegio e la fortuna di conoscerlo, frequentarlo e apprezzarne le doti umane.

Per tanti decenni ha visto susseguirsi centinaia di giovani arbitri ai quali era solito spendere parole di benvenuto e parole di conforto allorché il percorso arbitrale degli stessi presentava i primi ostacoli. Memorabili sono le trasferte domenicali effettuate in giro per la regione, talvolta anche per l’Italia, ad accompagnare e supportare i ragazzi impegnati ad arbitrare, nelle quali Nerio costituiva un supporto fondamentale nel pre e nel post gara in virtù della sua elevata conoscenza del Regolamento, oltrechè delle sue innegabili doti umane.

Nerio mancherà a tutti e, quando finalmente si potrà tornare in Sezione il lunedì sera, la sua sedia in prima fila apparirà tristemente vuota.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente