Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Con Luca Segna i criteri di valutazione del fuorigioco

Filippo Faggian - 10/02/2021, 15:30

Sezione di Mestre
Approfondimento tecnico dedicato al fuorigioco quello di lunedì 8 febbraio 2021: con il Componente del Settore Tecnico Luca Segna, già assistente alla CAN e Vice Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto, gli arbitri mestrini hanno potuto misurarsi con una decina di episodi dando vita ad un confronto costruttivo. “Anche questa sera avremo l’opportunità di metterci alla prova” ha spiegato il Presidente sezionale Giovanni Sartori aprendo la riunione tecnica che, ancora una volta, ha visto protagonisti i fischietti della Sezione di Mestre in modalità online.
“Il fuorigioco rappresenta un punto fondamentale nell’equilibrio di una gara” ha spiegato Luca Segna “Perché può determinare la segnatura di una rete”. Grazie a brevi e circostanziate slide esplicative, sono stati approfonditi i concetti cardine della Regola andando ad interpretare il testo del Regolamento. “I criteri di punibilità del fuorigioco devono essere conosciuti in maniera puntuale e precisa” ha specificato Luca Segna andando ad analizzare alcuni concetti come la linea di visione, l’ostruzione, l’interferenza, la giocata e l’impatto. Padroneggiare e destreggiarsi in maniera naturale con la Regola permette di non essere colti impreparati al momento della valutazione.
Per misurarsi al meglio con le proprie conoscenze, Luca ha proposto una sequenza di video da analizzare individualmente prima di passare al confronto aperto e guidato grazie alla collaborazione di alcuni associati: “Un arbitro che opera senza assistenti deve essere posizionato al meglio per garantirsi la corretta rilevazione della posizione geografica e poi deve avere un’ottima dose di concentrazione per produrre la corretta decisione” ha spiegato Luca Segna. Nel corso della serata sono state analizzate anche le fattispecie relative alla giocata e alla deviazione da parte di un difendente: ancora una volta si sono rivelati fondamentali posizionamento, concentrazione e conoscenza regolamentare per giungere alla valutazione corretta.
“L’esperienza non è tutto” ha concluso Luca Segna “E’ importante continuare a studiare il Regolamento e misurarsi con gli episodi perché è importante coltivare i propri mezzi tecnici in ogni occasione”.

In copertina un momento della riunione. In galleria:
1. Il Presidente sezionale Giovanni Sartori saluta gli associati
2. Un momento della Riunione
3. Il Componente del Settore Tecnico Alessandro Bianco introduce l’ospite
4. Luca Segna, Componente del Settore Tecnico
5. Schema riassuntivo
6. La spiegazione di Luca Segna
7. Estratto regolamentare

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente