Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La famiglia arbitrale segna più 13

Gaetano Pugliese - 16/02/2021, 17:00

Sezione di Parma
La Sezione di Parma dà il benvenuto a 13 nuovi arbitri, pronti a fischiare il loro personale inizio non appena la situazione sanitaria consentirà la ripresa di tutte le competizioni sportive.

Gli esami conclusivi si sono svolti, in modalità telematica, sabato 6 Febbraio e hanno visto la partecipazione del componente del Comitato Regionale Arbitri Maurizio Babarelli. I neo direttori di gara hanno mostrato interesse e curiosità durante tutto il periodo del corso e hanno una età compresa tra i 15 e i 32 anni. Tra loro anche Irene, che ben rappresenta la quota rosa.

Molto soddisfatto il presidente Cristian Canu. “Non era facile avvicinare ragazzi in un periodo come questo quando la nostra attività, tecnica ed associativa, è di fatto molto limitata dalla situazione che tutti conosciamo. Ho molto apprezzato la loro tenacia e voglia di venire a far parte della nostra famiglia, soprattutto ora che non è facile pensare alla pratica sportiva. L’auspicio, ovviamente, è che si possa tornare presto sul terreno di gioco in modo da vedere all’opera questi ragazzi per la loro prima volta. Sono certo che potranno far bene”.

Contestualmente, Canu annuncia anche l’intenzione di avviare un nuovo corso in primavera. “Quando ripartiranno i campionati a pieno regime non potremo certo farci cogliere impreparati. Abbiamo bisogno di nuovi arbitri non tanto per una necessità numerica, quanto perché, come tutte le associazioni, anche la nostra si fonda sull’entusiasmo dei nuovi arrivati e sulla crescita formativa all’interno della sezione”. Chiosa finale con ringraziamento. “Il corso, svolto interamente a distanza, non sarebbe stato possibile senza l’applicazione di Luca Miglioli e Federico Papi che hanno curato l’organizzazione e la didattica e senza la tenacia di Matteo Comastri, mio predecessore. A loro va il mio grande grazie per quanto fatto”. Tutto pronto, allora: manca solo che il video di un pc lasci spazio al verde del terreno di gioco.

In copertina: i nuovi arbitri collegati a distanza.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente