Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Incontro con il Componente Nazionale Stefano Archinà

Margherita Pittella - 06/03/2021, 12:00

Sezione di Crotone
In occasione della riunione tecnica obbligatoria tenutasi online in data 24 febbraio la Sezione di Crotone ha avuto il piacere di avere come ospite, nella funzione di relatore, il Componente del Comitato Nazionale per la Macroregione Sud, Stefano Archinà, riconfermato lo scorso 14 febbraio in occasione dell’ultima Assemblea Elettiva dell’AIA e che ha tenuto la sua prima riunione da neo eletto.
Dopo i saluti di rito da parte del Presidente della Sezione di Crotone Francesco Livadoti, il Presidente uscente, Natale Colella, ha voluto sottolineare l’amicizia che lega l’uno all’altro, evidenziando l’importanza nel dare continuità al progetto intrapreso negli anni passati.
Stefano ha intrattenuto l’aula telematica illustrando inoltre le linee programmatiche da seguire e gli obiettivi prefissati dal nuovo Presidente Nazionale Alfredo Trentalange e dell’intero Comitato Nazionale.
Nel corso della riunione tecnica, Stefano ha voluto altresì sottolineare l’importanza delle Sezioni all’interno dell’Associazione e quella dei giovani arbitri per il futuro della stessa. Il Componente del Comitato Nazionale ha anche posto l’attenzione su quelli che devono essere i pilastri portanti dell’AIA: meritocrazia e trasparenza, elementi questi imprescindibili affinché si possa dare sempre maggiore credibilità.
Attiva la partecipazione di tutti gli associati che sono intervenuti ponendo a Stefano diverse domande alle quali, con grande disponibilità e chiarezza, ha saputo rispondere dissipando ogni eventuale dubbio.
Presente alla serata anche Giuseppe Talarico, Presidente Delegato FIGC di Crotone, associato crotonese, a cui Stefano ha rivolto un saluto istituzionale dopo aver ricordato con affetto i progetti portati avanti insieme nel territorio.
In un momento di grande difficoltà per ogni settore, in special modo l’intero comparto sportivo, appare necessaria una più stretta collaborazione tra i diversi soggetti istituzionali deputati alla salvaguardia e alla crescita del comparto arbitrale e di una più salda sinergia anche in seno agli stessi associati. Giornate come quella del 24 febbraio hanno, in tal senso, una funzione cruciale, poiché contribuiscono al rafforzamento di una coscienza collettiva e di un senso di appartenenza ad una realtà complessa come quella della famiglia arbitrale.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente