Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Biasutto: "Dietro ogni sogno c’è il lavoro e il carattere"

Matteo Marzaro - 08/03/2021, 08:00

Sezione di Schio
Lunedì 1° marzo la Sezione di Schio ha accolto in videoconferenza il Presidente degli arbitri veneti Massimo Biasutto e il Componente regionale Mario Schembri in occasione dell’undicesima riunione tecnica della corrente Stagione Sportiva. Questa significativa occasione di incontro (la prima tra il nuovo Presidente regionale nominato a luglio e i fischietti dell’alto vicentino) ha dato modo agli arbitri scledensi di conoscere e apprezzare i concetti espressi dal Presidente regionale. Prima di entrare nel vivo della serata il Presidente di Sezione Michele Dalla Vecchia si è congratulato con l’associato Davide Moro (assistente alla CAN) a poche ore dalla notizia del suo esordio assoluto in Serie A in occasione del match Benevento - H. Verona. Una notizia che ha riempito di gioia e orgoglio tutta la Sezione “Aldo Frezza” e che lo stesso Davide Moro ha riassunto con una sola parola: “emozione” ringraziando tutti per i tanti messaggi ricevuti dopo l’ufficialità della designazione. Tanto Biasutto quanto Dalla Vecchia hanno manifestato la loro grande soddisfazione per il traguardo raggiunto da Davide, frutto di determinazione, impegno e qualità tecniche unite alla capacità di saper ben interpretare i consigli e le indicazioni ricevute negli anni. Consigli che non sono mai mancati da parte del collega di Sezione più illustre di Davide, Daniele Orsato. Quel Daniele Orsato che ha appena tagliato il traguardo delle 240 gare dirette in Serie A (al pari di Pierluigi Collina) posizionandosi al 6° posto della top ten degli arbitri più presenti in Serie A.
In un periodo così difficile, che ha reso gli arbitri a disposizione delle Sezioni non solo distanti dai campi di giuoco, ma soprattutto lontani gli uni dagli altri, il messaggio di Massimo Biasutto è stato esplicitamente motivazionale. “Tutti noi costruiamo dei sogni, dei traguardi che vorremo raggiungere. Dietro ogni sogno c’è il lavoro e il carattere: gli esempi di Davide e di Daniele sono qui davanti a voi” rivolgendosi soprattutto ai più giovani. “Chi ha carattere non si nasconde, non ha paura di osare, ha voglia di mettersi in discussione, di non fermarsi ai primi facili successi. Chi ha carattere vuole essere il più grande, non si arrende mai e lavora sodo con forza di volontà per raggiungere i propri obiettivi. Non si crea alibi e dopo un errore riesce a non deprimersi e ad utilizzare quell’esperienza per migliorare. Se dentro di noi non arde quel fuoco, quella passione che ci spinge a dare il massimo di noi stessi difficilmente si arriva ad un buon risultato”.
“Ricordate che chi lavora raccoglierà sempre qualcosa mentre chi non ha voglia di migliorarsi farà poca strada. Noi dirigenti vi diamo gli strumenti, voi dovete mettere del vostro” ha evidenziato Biasutto. “Solo chi rischia di andare troppo lontano avrà la possibilità di scoprire quanto lontano si può andare”: questa la frase del poeta statunitense T. S. Eliot scelta dal Biasutto per il passaggio finale del suo intervento scandito da tanti esempi di dei campioni dello sport tra cui Bolt, Federer, Phelps e il nostro Pietro Mennea. “Ringrazio voi perché siete davvero in tanti stasera – ha concluso Biasutto – e questo testimonia la vostra passione”. Il Presidente scledense Michele Dalla Vecchia ha dato appuntamento a tutti alla prossima videocall ringraziando gli ospiti e i propri associati numerosi e molto attenti durante la riunione.

In copertina un momento della riunione. In gallery:
1. L’assistente CAN Davide Moro
2. L’internazionale Daniele Orsato
3. Il Presidente regionale Massimo Biasutto
4. Il Componente regionale Mario Schembri

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente