Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

L’internazionale Maria Marotta: “I vincenti trovano soluzioni…”

Antonio Cicchetti - 20/03/2021, 19:00

Sezione di Matera
Nella serata di venerdì 12 marzo la Sezione di Matera ‘Gaetano Pomarici’ ha accolto l’ospite Maria Marotta, arbitro internazionale ed in forza alla Commissione Arbitri Nazionale della Serie C. Erano presenti alla riunione oltre al Presidente della Sezione di Matera, Cosimo Contini, anche il Presidente de Comitato Regionale della Basilicata, Enzo Gallipoli.
“La speranza non va da sola. Dietro ogni grande speranza ci deve essere sempre un gran lavoro”. Con queste parole Maria ha voluto subito attirare l’attenzione di tutti gli associati presenti sulla piattaforma Google Meet.
Per lei, la figura dell’arbitro è un elemento fondamentale per ambire a traguardi sempre più lontani. Il comportamento, la gentilezza, l’eleganza, il sorriso e la cura dei particolari sono i fattori che influenzano l’ascesa arbitrale e differenziano gli arbitri.
La sconfitta, che ogni associato affronta, deve essere gestita nel migliore modo possibile, andando a far tesoro delle critiche ricevute, ma bisogna ripartire con la giusta mentalità facendo tesoro di quanto accaduto.
L’allenamento e lo studio del regolamento sono gli elementi che riescono a ridurre al minimo l’imprevisto durante una gara arbitrata. Infatti, Maria ha mostrato quattro video in cui lei stessa era presente e dove i due elementi sono serviti a portarla alla giusta decisione.
Infine, prima di ascoltare le domande degli ospiti, ha concluso il suo discorso con questa frase: “I vincenti trovano soluzioni, i perdenti trovano alibi”.
Il Presidente Contini prima di concludere definitivamente la riunione ha affermato: “Fate tesoro dei consigli ricevuti da Maria che attraverso i sacrifici, la passione e la dedizione si è riuscita raggiungere il livello internazionale. Ognuno di voi può essere Maria, ma ci deve credere e lavorare come lei”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente