Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Diciassette nuovi ingressi nella famiglia arbitrale foggiana

Daniele Labianca - 21/03/2021, 18:00

Sezione di Foggia
“Accogliere nuove menti e nuove forze è un evento lieto ed emozionante per la nostra Sezione. Lo spirito di sacrificio che avete manifestato durante questi mesi, lunghi e faticosi, vi consente oggi di fregiarvi di una qualifica importante, la quale vi accompagnerà nel prosieguo della vostra crescita umana e professionale”. Con queste parole Antonello Di Paola, Presidente della Sezione AIA ‘Antonio Formillo’ di Foggia, lo scorso 15 marzo ha dato il benvenuto ai 17 nuovi membri della comunità arbitrale dauna. Per la prima volta nella lunga storia dei fischietti di Capitanata l’esame conclusivo del Corso Nazionale arbitri si è svolto in modalità interamente telematica, a causa delle prescrizioni imposte dalla normativa nazionale. Così come ‘a distanza’ si sono tenute tutte le lezioni del Corso, guidato con passione dal Consigliere sezionale Lucio Vinella, coadiuvato – in alcune lezioni – dal Presidente Di Paola. La distanza fisica non ha tuttavia impedito alla commissione esaminatrice – formata dal Vicepresidente CRA Puglia Leonardo Perdonò, dal Componente del Settore Tecnico dell’AIA Giacomo De Varti e dallo stesso Di Paola – di saggiare con incisività il bagaglio delle conoscenze tecnico associative in possesso dei candidati.
“La volontà di far parte della famiglia arbitrale è, da parte vostra, un segno estremamente positivo. Avete messo in campo dedizione, abnegazione e senso di responsabilità. Entrare nell’AIA è un passo importante, che farà di voi arbitri per sempre, nel campo come nella vita”, ha chiosato Perdonò introducendo i lavori, al termine dei quali tutti gli aspiranti arbitri hanno superato l’esame con votazioni lusinghiere.
La Sezione dauna rafforza i propri ranghi, dunque, con 17 nuovi associati (tra cui due donne), la cui età media oltrepassa di poco i 16 anni. Questi i loro nomi: Denise Samara Aouami, Gabriele Pio Cocomazzi, Christian Croce, Carmen D’Andrilli, Albert Daneljuc, Davide De Gregorio, Antonio Pio Grasso, Michele Gravina, Emanuele Manta, Andrea Mischitelli, Pasquale Roberto Palumbo, Gennaro Michele Ruino, Francesco Pio Sciotti, Francesco Scirano, Francesco Semeraro, Michele Pio Troiano, Giuseppe Trombetta.
Per immortalare il felice momento, prima dei saluti finali c’è stato spazio per una foto ‘in streaming’, raffigurante i neo arbitri fieri nel mostrare gli attestati di frequenza e superamento dell’esame: uno scatto estremamente significativo, che contribuisce a ricordare come le attività dell’AIA non abbiano mai subito rallentamenti.

In copertina i neo arbitri che mostrano l’attestato di superamento della prova
In gallery un momento dello svolgimento della prova d’esame

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente