Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Confronto regolamentare con il Settore Tecnico

Filippo Faggian - 22/03/2021, 11:30

CRA Veneto e Campania
E’ stata una mattinata di intenso confronto regolamentare e crescita tecnica quella di domenica 14 marzo 2021: organizzato dal Settore Tecnico dell’AIA si è tenuto uno stage congiunto tra Comitato Regionale Arbitri di Campania e Veneto con l’obiettivo di lavorare in maniera mirata sulle tematiche della tatticità dei falli. “Oggi approfondiremo una metodica che è già in uso da anni a livello internazionale e lavoreremo in maniera mirata andando ad approfondire le criticità che emergeranno” ha spiegato Matteo Simone Trefoloni, Responsabile del Settore Tecnico, in apertura del raduno al quale hanno preso parte gli arbitri delle massime categorie dei due Comitati Regionali. “Vivete questa esperienza come un importante momento di crescita” ha detto il Presidente veneto Massimo Biasutto sostenendo che “Il momento che stiamo attraversando non è semplice e queste iniziative ci aiutano a tenere viva la passione per l’arbitraggio e ad affinare i temi regolamentari”. Anche Giancarlo Rubino, Presidente del Cra Campania, ha voluto salutare tutti i presenti parlando di opportunità e orgoglio: “Siamo fortunati perché possiamo fare didattica attraverso episodi di alto livello e validati in ambito nazionale e internazionale” ha spiegato Rubino “Siate orgogliosi di vivere questa occasione unica di confronto e crescita”.

Con oltre 200 associati collegati, Valentina Garoffolo, Responsabile del Modulo "Talent e Mentor Proqramme UEFA Referee Convention" del Settore Tecnico, ha dato il via ai lavori che si sono articolati dapprima nella somministrazione di un ciclo di video quiz a compilazione individuale e successivamente in un confronto aperto strutturato attraverso la creazione di stanze virtuali coordinate da un Componente del Settore Tecnico e un Componente regionale per riportare in aula le risultanze di quanto emerso: “Lo stage odierno ha l’obiettivo di rendere gli arbitri protagonisti” ha spiegato Valentina Garoffolo “Questa opportunità nasce in un momento difficile, ma è proprio nelle criticità che dobbiamo dimostrarci in grado di reagire, proprio come accade all’interno del terreno di giuoco”. Imponente la macchina organizzativa con 20 gruppi all’interno dei quali discutere dei 10 episodi somministrati: l’obiettivo dei lavori di gruppo si è concentrato sul confronto di idee tramite l’attenta analisi regolamentare per poi condividere quanto emerso in un momento collegiale. Tecnica e confronto sono state alla base di questo percorso formativo che ha saputo coinvolgere e far crescere arbitri, tecnici e dirigenti. “Il lavoro fatto oggi vi aiuterà a migliorare la vostra percezione tecnica, ma anche la vostra capacità di confronto con i colleghi” ha spiegato Matteo Trefoloni al termine di una mattinata intensa, ma dall’alto tasso di contenuti tecnici e associativi.

In copertina l’apertura dello stage virtuale, in galleria:
1. Il Responsabile del Settore Tecnico dell’AIA Matteo Trefoloni introduce i lavori
2. L’intervento del Presidente del Cra Veneto Massimo Biasutto
3. Giancarlo Rubino, Presidente del Cra Campania, introduce i lavori dello stage
4. Un momento di confronto tra i partecipanti
5. Valentina Garoffolo introduce il video quiz
6. La somministrazione dei video quiz
7. Il confronto in seduta plenaria

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente