Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La credibilità dell’arbitro, lezione di Nicola Rizzoli

25/03/2021, 16:00

Sezione di Reggio Calabria
Si è tenuta lo scorso 23 marzo, in modalità videoconferenza sulla piattaforma Zoom, la riunione tecnica della Sezione di Reggio Calabria con relatore Nicola Rizzoli, Responsabile della Commissione Arbitri Nazionale di Serie A e B. Evento che è rientrato nel tour delle sezioni degli associati di vertice e degli Organi Tecnici Nazionali, programmato dall’AIA centrale per avvicinare i vertici associativi alla periferia.
Oltre agli associati reggini hanno preso parte all’evento il Presidente del Comitato Regionale della Calabria Franco Longo e i Presidenti e un buon numero di associati degli altri presidi arbitrali calabresi.
Dopo una breve introduzione del Presidente sezionale Francesco Catona, corredata da un video illustrante le tappe principali della carriera di Nicola Rizzoli, è seguito il saluto del Presidente CRA Franco Longo. A ruota l’ospite ha preso la parola, focalizzando l’attenzione sul tecnico e sul lato umano, risaltando la connessione tra questi due aspetti indispensabile per la prestazione sul terreno di gioco.
Disquisendo delle varie qualità che deve possedere un arbitro per farsi accettare in campo (preparazione tecnica, autorevolezza, signorilità nei gesti, presenza fisica, ascendente sui calciatori) ciò che Nicola ha sottolineato soprattutto ai giovani è che la cura di tutti questi aspetti porta alla credibilità. Un arbitro credibile è un arbitro che viene accettato nelle sue decisioni dai calciatori, che subisce poche proteste e che riesce a districarsi anche nelle situazioni più critiche.
Nella seconda parte Nicola Rizzoli ha invece fatto visionare slide di gare di Serie A vertenti sui falli di mano e la tecnologia Cross Air per la rilevazione millimetrica tramite VAR delle posizioni di fuorigioco.
Nella parte finale è stato dato spazio alle domande libere degli associati di tutte le sezioni, che hanno posto quesiti di ogni natura spaziando da domande tecniche a quelle di natura umana e che hanno portato Nicola a raccontare alla platea come è diventato arbitro, dopo la breve carriera da calciatore in una squadra giovanile, fino a raccontare le emozioni provate nel dirigere la finale del Mundial ‘Brasile 2014’.
Una riunione che è stata seguita da ben 276 associati, uno collegato anche dagli Stati Uniti, che Nicola ha interessato per tutta la sua durata, più di due ore e mezzo, con i suoi consigli, le spiegazioni e tutto ciò che ruota intorno alla figura dell’arbitro e del mondo arbitrale. La videoconferenza si è conclusa con l’auspicio nel prossimo futuro di poter organizzare altro incontro con la sua partecipazione, stavolta in presenza, a Reggio Calabria.

In copertina Nicola Rizzoli durante la video call. In gallery una parte dei partecipanti all’evento e una foto di repertorio di Francesco Catona e Franco Longo

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente