Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Moro: "In una parola arbitrare è emozione"

Graziano Colacicco - 01/04/2021, 12:00

Sezione di Ivrea
Ennesimo sorteggio fortunato per la Sezione di Ivrea, che nella giornata di giovedì 18 marzo ha avuto l'onore di ospitare seppur solo in maniera telematica, Davide Moro della Sezione di Schio, giovane assistente in forza alla Commissione Arbitri Nazionale.
In apertura di serata, il Presidente dell’Aia di Ivrea Felice Viterbo, ha voluto presentare e ringraziare in primis gli ospiti e gli amici sezionali presenti, quali: Giuseppe Borzomì in rappresentanza del Comitato Regionale Piemonte e Valle d’ Aosta, Matteo Tombrizi Presidente di Biella, Ugo Navillod dell'Aia di Aosta e tutti gli arbitri di altre sezioni sintonizzati.
La riunione è stata fin da subito molto ricca di curiosità da parte dei numerosi partecipanti, soprattutto tra i più giovani e i neo immessi, quest'ultimi non si sono sottratti dal porre domande sul debutto in Serie A di Davide, avvenuto nella partita tra Benevento e Verona lo scorso 3 marzo; non a caso con grande umiltà, lui stesso ha voluto condividere il video dell'ingresso in campo durante l'esordio nella massima serie.
Dopodichè, con l’ausilio di un paio di slide, ci si è soffermati nell’ approfondire i principi cardini della sua crescita e della relativa carriera arbitrale, quali appunto la conoscenza del regolamento, la passione nel “vivere” la sezione e soprattutto la programmazione degli allenamenti per farsi trovare sempre pronti, a partire dai raduni stagionali a qualsiasi livello.
La platea ha potuto dunque interagire con piacevolezza, durante l'illustrazione delle varie tematiche, nella quale è emerso un minimo comune denominatore, ovvero quello di non dare mai nulla per scontato nell'organizzazione della partita, cercando di curare sempre ogni singolo minimo dettaglio.
Sicuramente è stata una serata che tutti i partecipanti porteranno sempre nel cuore, poiché molto toccante è stato il momento in cui Davide Moro, ha voluto ricordare con importanza alcuni suoi momenti personali, oltre a quelli vissuti anche sul terreno di giuoco con l'amico e collega Daniele De Santis della Sezione di Lecce.
Lo stesso si è fatto ricordando altri due grandi amici dell'Aia Ivrea, Luca Colosimo di Torino e Loris Azzaro di Aosta, tragicamente scomparsi a distanza di qualche anno l’uno dall’ altro.
La riunione è terminata con un grande abbraccio virtuale, e con una promessa reciproca non appena si potrà tornare alla vita normale di un tempo, ovvero nel “rivedersi” di persona, magari in campo con una partita amichevole con le rispettive sezioni di appartenenza.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente