Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Riunione con l'assistente della CAN Giacomo Paganessi

Luca Monticone - 05/04/2021, 16:30

Sezione di Chivasso
Coinvolgente incontro, quello di martedì 30 marzo, svoltosi in modalità Meet tra la Sezione di Chivasso e Giacomo Paganessi, uno degli assistenti arbitrali più esperti in forza alla CAN. Dopo la presentazione fatta dal Presidente Livio Sasanelli ed il saluto del componente CRA, Antonio Mazza, il meeting è entrato nel vivo.
Giacomo può vantare una esperienza pluriennale, con 157 gare in serie A e 40 in serie B, oltre a 61 presenza come Assistente VAR: una esperienza invidiabile che non ha esitato a condividere con semplicità e schiettezza tra tutti i numerosi associati partecipanti.
L’intervento è stato imperniato sul concetto di amore per l’attività arbitrale, in un momento come quello che stiamo attraversando: la voglia di tornare a calcare i campi è ormai il sentimento predominante in tutti noi.
La sosta forzata, imposta dalla pandemia che perdura, ormai, da un anno a questa parte, ha fatto comprendere a tutti gli associati l’importanza di quell’aspetto che, forse, davamo tutti per scontato: la collaborazione con i colleghi ed i calciatori.
Toccante il ricordo fatto da Giacomo, del momento in cui l’emergenza sanitaria è esplosa nel Paese in tutta la sua gravità; la Sezione di Bergamo, a cui appartiene, si trovava nel cuore della zona colpita dalla prima ondata di contagi Covid-19, compreso il polo di allenamento nazionale che si trova a Nembro, uno dei centri maggiormente colpiti.
Dopo mesi di sosta forzata, finalmente, a giugno la Serie A ha ripreso la sua attività e, seppur con stadi vuoti e norme sanitarie da seguire con attenzione, finalmente si è potuto ritornare sui campi: quel che più è venuto a mancare a calciatori ed arbitri, paradossalmente, è stata proprio la presenza del pubblico; diventava molto faticoso mantenere la concentrazione sul giuoco, in assenza degli spettatori che sono parte integrante di ogni evento sportivo.
Non sono mancati i momenti di gioia e le soddisfazioni: commovente il ricordo della gara di addio all’arbitraggio di Gianluca Rocchi, Juventus-Roma, degna conclusione di un Campionato quanto mai travagliato come quello dello scorso anno. Oltre a Gianluca, anche Giacomo e Giorgio Schenone erano infatti alla loro ultima gara anche se poi, la modifica del regolamento associativo intervenuta a fine stagione, gli avrebbe consentito, inaspettatamente, di poter proseguire l’attività per i prossimi due anni.
La serata si è conclusa con il racconto di alcuni simpatici aneddoti con protagonisti i giocatori Cutrone e Totti, insieme alla visione di parecchie immagini e selfie pre-gara, ricordi gelosamente custoditi da Giacomo nel suo cellulare! L’augurio fatto a tutti gli associati è stato quello di promuovere la nostra attività, con passione con l’auspicio di poter riprendere al più presto l’arbitraggio, ormai parte integrante della nostra vita.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente