Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Di Iorio: “Che l’arbitraggio sia il primo dei vostri hobby”

Biagio Spiezia - 09/04/2021, 08:00

Sezione di Salerno
“Non fate diventare l’arbitraggio una malattia, ma coltivate la vostra passione trasformandola nel primo dei vostri hobby, siate sempre concentrati con la voglia di andare oltre, godetevi il presente e imparate da ogni trasferta: gli altri possono sempre insegnarvi qualcosa nel bene e nel male. Pensate, ci sono arbitri benemeriti che non hanno arbitrato neanche a livello regionale, ma ad ogni riunione sono sempre in prima fila, devono essere loro il nostro esempio”.
Questo il messaggio lasciato lo scorso 26 marzo dall’assistente di Serie A Damiano Di Iorio, della Sezione di VCO, durante la riunione plenaria della Sezione di Salerno, svoltasi tramite la piattaforma Zoom con la partecipazione di circa 150 associati, inclusi i 26 arbitri reduci dalla prova di esame del Corso. Il Presidente Roberto Ronga ha aperto la riunione dando a questi il benvenuto nell’AIA, per poi accogliere l’ospite. Successivamente, il Presidente del Comitato Regionale della Campania Giancarlo Rubino, associato salernitano, ha portato il suo personale saluto all’assistente Di Iorio e a tutta la platea.
L’intervento del relatore si è strutturato in tre momenti salienti. Nel primo ha ricordato i motivi e la passione, nata in famiglia dallo zio ex Presidente della Sezione di Ariano Irpino, che lo hanno portato a svolgere il Corso Arbitri nel 1997.
Nel secondo ha raccontato i momenti più importanti della sua lunga carriera: è stato arbitro fino all’Eccellenza, per poi transitare nel ruolo assistente ed arrivare alla Commissione Arbitri Nazionale, con all’attivo 100 presenze in Serie B, 83 in Serie A, 10 in Coppa Italia e una in Europa League. In questo segmento ha voluto rivolgere un pensiero a due dei suoi più grandi maestri e amici incontrati durante il suo percorso: l’ex Presidente della Sezione di Verbania, Gennaro Gagliardi, e il suo Organo Tecnico alla CAN B Stefano Farina. “Mi hanno insegnato molto, soprattutto che l’arbitraggio non è solo uno sport ma una palestra di vita, un ambiente formativo: la Sezione insegna a vivere. Il resto viene dopo”.
La terza parte è stata dedicata all’aspetto didattico con l’analisi di alcuni video tesi a sottolineare la concentrazione, la voglia e la determinazione che bisogna avere sia in campo sia in sala VAR. Il dibattito sviluppatosi su ogni episodio ha coinvolto tutti, dagli esperti osservatori ai nuovi arbitri.
“Arbitrare va fatto nel modo giusto, non certo per l’ingresso gratuito negli stadi o per un rimborso spese. Spero che i nuovi arbitri possano provare presto sul campo le emozioni di cui parlo. Sono molte contento e orgoglioso di essere stato sorteggiato come ospite nella Sezione di Salerno, vicina alle mie origini, e spero quanto prima, al termine della pandemia, di venire a portare un saluto personale”.
A seguito di queste parole, c’è stato l’intervento finale del Presidente di Sezione Roberto Ronga, molto soddisfatto per la riuscita dell’incontro, che ha ringraziato Damiano per il contributo tecnico e per la passione che ha trasmesso a tutti i presenti.

In copertina Damiano Di Iorio
In gallery:
- Panoramica di Zoom
- Il Presidente di Sezione Roberto Ronga
- Il Presidente del CRA Giancarlo Rubino
- Momento didattico della riunione

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente