Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

La ricetta di Guida: impegno, dedizione e umiltà

Michele Candiani - 13/04/2021, 12:00

Sezione di Busto Arsizio
Impegno, dedizione e umiltà. Queste sono le parole chiave di Marco Guida, ospite della Sezione di Busto Arsizio. Tramite la piattaforma Zoom, gli associati bustocchi hanno risposto presenti, con più di 100 utenti connessi. Ospiti della serata anche il Presidente del CRA Lombardia Alessandro Pizzi, presente anche il Componente del Comitato Nazionale Alberto Zaroli.
Arbitro internazionale e con più di 150 gare di Serie A alle spalle, Guida ha consegnato una splendida testimonianza di spirito associativo. Un pensiero è andato alle difficoltà del periodo. “Noi che andiamo in campo - ha evidenziato Guida- siamo privilegiati. È difficile star lontani dai terreni di giuoco, ma dovete tener duro”. È la determinazione, infatti, il tratto distintivo dell’arbitro. “Non sentitevi mai arrivati e lavorate su voi stessi. L’arbitro è il miglior giudice di sé stesso: solo mettendosi in gioco può aspirare a traguardi importanti”. Anche nelle difficoltà, quindi, si possono trovare occasioni di crescita: staccare la spina non è un’opzione.
La lezione è poi entrata nel vivo con l’analisi dei filmati. L’attenzione si è concentrata sulla gestione dei calciatori durante le proteste. “Gli errori nascono dall’inaspettato - ha puntualizzato Guida-; l’arbitro deve preparare le situazioni, senza mai lasciarsi cogliere di sorpresa”. Ecco l’importanza della costanza e del lavoro: prevenire ciò che potrebbe accadere nella gara, agire piuttosto che reagire agli eventi. Accanto a questo, le emozioni giocano un ruolo centrale. “Dobbiamo trasmettere emozioni filtrate, evitando che prendano il sopravvento su di noi”, spiega Guida. Calma e autorevolezza sono armi in più per una buona prestazione.
Tante le curiosità degli utenti connessi. Grazie alle domande degli associati, la serata si è arricchita con svariati spunti di riflessione. Dalle esperienze nei campi minori alle emozioni della Champions League, Guida ha condiviso consigli e aneddoti preziosi: “Tutti - ha precisato -, siamo uniti dalla stessa passione. Dalla Serie A agli Organi Tecnici Sezionali, abbiamo voglia di stare in campo, di fischiare il calcio d’inizio, di vivere emozioni”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente