Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Pensare oltre i limiti

Enzo Serra - 16/04/2021, 09:00

CRA Sardegna
"In questi mesi di stop abbiamo lavorato a distanza, vi siete allenati singolarmente ed ora abbiamo la possibilità di riprendere. Sarà una forma di campionato nuova, ridotta, con squadre che si sono organizzate da categoria superiore e daranno vita a delle finali. Sarà un'occasione unica di crescita, da sfruttare appieno!", così il Presidente Marcello Angiuoni, al raduno in videoconferenza svoltosi sabato 10 aprile, organizzato dal Comitato Regionale Arbitri della Sardegna e rivolto agli arbitri, assistenti e osservatori che saranno designati per le gare del Campionato di Eccellenza riorganizzato, dopo l'interruzione imposta dalla pandemia, in forma "mini" tra sole otto squadre.

All'incontro ha partecipato anche il Componente Nazionale dell'AIA Carlo Pacifici che, dopo aver spiegato le novità associative sulla riorganizzazione degli organici nazionali e sul congelamento delle graduatorie per i passaggi di categoria dalle regioni ai ruoli nazionali, si è rivolto agli associati in modo paterno: " Dobbiamo ripartire in sicurezza per rispettare la salute di tutti e perciò dobbiamo seguire i protocolli"; ricordando le sue trasferte a Cagliari in cui non mancava d'incontrare il compianto arbitro Claudio Deiana, aggiunge: "Claudio ci ha insegnato una volta di più che non bisogna mollare mai, non rimandate a domani ciò che potete fare oggi, date tutto!".

Il Presidente Angiuoni ha coinvolto l'organico con un rapido quesito, il gioco dei 9 punti, per la cui soluzione è necessario un ragionamento fuori dai limiti che, come spesso accade tanto nella vita quanto nell'arbitraggio, ci si pone immotivatamente.

Nelle restanti due ore di raduno i Componenti CRA hanno svolto, prima in formula suddivisa per ruolo arbitri, assistenti e osservatori e poi con l'organico congiunto, un lavoro di analisi su episodi sia di gare da loro dirette sia con immagini fornite dal Settore Tecnico AIA, concernenti tematiche relative al fuorigioco, all'aspetto tecnico, disciplinare e comportamentale, il tutto collegato al posizionamento assunto dall'arbitro nella singola valutazione. Nei differenti video è stato ripreso il concetto emerso con il gioco dei 9 punti e cioè che spesso per raggiungere l'obbiettivo è necessario guardare oltre i limiti.

Successivamente, il fiduciario medico, nonché Componente CRA, Paolo Solla, ha illustrato le procedure da seguire per l'applicazione dei protocolli sanitari.
"Consapevolezza, dedizione, passione e tenacia" sono i cardini che, in conclusione, Angiuoni ha definito per raggiungere il sogno, "in questo momento di cambiamento -puntualizza il Presidente- dovete mettere in campo i sacrifici di questi mesi per fare bene e riprendere ad inseguire il vostro sogno".

In anteprima una foto panoramica.

In gallery:
1: Angiuoni;
2: Pacifici;
3: gioco dei 9 punti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente