Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

L'incoraggiamento di Zappi, Tommasi e Caso

Matteo Marzaro - 28/04/2021, 09:00

Schio
L’ultima videoconferenza plenaria della Sezione “Aldo Frezza” di Schio ha visto la partecipazione di tre ospiti d’eccezione a livello nazionale: Antonio Zappi (Componente del Comitato Nazionale), Dino Tommasi (Responsabile della Commissione Arbitri Interregionale - CAI) e Alessandro Caso (Componente CAI) hanno infatti raccolto con grande entusiasmo l’invito del Presidente sezionale Michele Dalla Vecchia.
A dare il benvenuto agli importanti ospiti non poteva mancare l’associato più rappresentativo della Sezione scledense, Daniele Orsato: l’arbitro dell’ultima finale di Champions League ha voluto salutare tutti direttamente da Parigi alla vigilia del match di ritorno dei quarti tra Paris Saint Germain e Bayern Monaco che lo ha visto impegnato a dirigere il remake della sfida di Lisbona dell’agosto scorso. Antonio Zappi ha ricambiato amichevolmente i saluti di Orsato e ha speso parole di elogio per tutta la Sezione guidata da Dalla Vecchia complimentandosi anche con l’associato Davide Moro che poco più di un mese fa ha debuttato come assistente in Serie A. Zappi, appartenente alla Sezione di San Donà di Piave, prima di essere eletto nel Comitato Nazionale dell’AIA nella squadra di Alfredo Trentalange, è stato arbitro nazionale dal 1993 al 1998, Componente e poi Vice-Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto fino al 2010, anno in cui è diventato Responsabile del Servizio Ispettivo Nazionale dell’AIA, ruolo che ha ricoperto per sette Stagioni.
Dino Tommasi è stato arbitro nazionale dal 2003 al 2015 e prima di essere l’attuale Responsabile della CAI ha ricoperto il ruolo di Presidente degli arbitri del Veneto per ben quattro mandati consecutivi, dal 2016 al 2020.
Tra i tanti temi trattati durante il suo intervento Antonio Zappi ha illustrato i primi obiettivi raggiunti e lo stato di avanzamento dei progetti futuri: una serie di riforme i cui risultati concreti si vedranno in maniera più evidente già dalla prossima Stagione.
Ed è proprio guardando al futuro che Zappi, partendo dall’attuale difficile momento di sospensione dei Campionati provinciali e regionali, ha rivolto ai fischietti di Schio il suo incoraggiamento: “Fate in modo che questo periodo di pandemia possa essere utile per mettere le basi per la ripartenza che presto arriverà. La prova che tutti voi ragazzi state sostenendo è dura ma io sono certo che una volta superata saremo tutti più forti e migliori di prima” ha sottolineato.
Anche Dino Tommasi e Alessandro Caso, allineandosi all’auspicio di Antonio Zappi di un ritorno alla normalità già a settembre, hanno motivato i presenti: “La brama di campo e la passione per l’arbitraggio vi faranno tornare più forti di prima e potrete esprimere tutte le vostre potenzialità. Chi si dimostrerà presente avrà quello che merita, statene certi perché nulla della vostra preparazione sia tecnica sia atletica deve essere trascurato in questo periodo, in questo avete in Daniele Orsato un alfiere” ha rimarcato Tommasi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente