Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Progetto ‘Valori in Rete’, formati i primi arbitri scolastici

28/04/2021, 20:00

Avezzano
Un nuovo modo di avvicinare i ragazzi all'arbitraggio. Si potrebbe così riassumere il primo Corso per Arbitri Scolastici svolto dalla Sezione di Avezzano in collaborazione con la 4^O del Liceo Scientifico ‘Vitruvio Pollino’ ad indirizzo sportivo di Avezzano. Il Corso, iniziato il 4 febbraio, rientra nell’ambito del progetto ‘Valori in Rete’, che vede la professoressa Piera Liberati in qualità di referente dell’attività del Settore Giovanile e Scolastico FIGC Abruzzo. Le lezioni si sono tenute a cadenza settimanale durante l’orario scolastico.
I ragazzi della 4^O, accompagnati dal professore Ignazio De Micco, si sono avvicinati con passione alla scoperta del regolamento, partecipando con curiosità alle lezioni sotto la guida di Aleandro Di Paolo, VAR PRO della Commissione Arbitri Nazionale; Gabriele Scatena, arbitro di Serie C; Francesco De Santis, assistente di Serie D; Chiara Amicucci, arbitro del calcio a 5 nazionale. Hanno altresì relazionato associati che operano nei campionati regionali.
L’esame di fine Corso, svolto il 15 aprile, è consistito nell’analisi di alcuni video del Settore Tecnico dell’AIA e nel colloquio sul Regolamento del calcio. Le prove, superate brillantemente dai ragazzi, si sono svolte sotto la supervisione di Matteo Angelozzi e Saverio Di Vito, responsabili del Corso ed entrambi arbitri regionali.
Questi hanno espresso profonda soddisfazione per l’esito del corso, trattandosi di “un’ottima opportunità per aprire ulteriormente le porte del mondo arbitrale alle nuove generazioni”. Altrettanto compiaciuto il Presidente sezionale Giuseppe De Santis, che ha ringraziato “il Dirigente Scolastico Tania Nicolina Ulisse, la referente del Progetto Emi Di Stefano e il Presidente regionale Fabrizio Lanciani, per un’iniziativa che ha fatto conoscere l’attività dell’AIA alla scuola”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente