Dirigente di spessore, si è speso molto anche nel sociale

Locri - Domenico Archinà

Dirigente di spessore, si è speso molto anche nel sociale(1951 - 2020)
Entrato nell’AIA nel 1972
Osservatore CAN C nel 1991
Presidente di Sezione dal 1989 al 2000
Componente CAN 5 nel 1998
Vicepresidente CRA dal 2000 al 2001
Referente Regionale SIN dal 2003 al 2005
Componente CAI dal 2006 al 2007
Componente Settore tecnico AIA dal 2016 al 2020

L’arbitro benemerito ‘Mimmo’ Archinà negli anni ha aiutato la Sezione e i suoi colleghi ad affrontare tante difficoltà all'interno del percorso arbitrale e associativo. Con Mimmo, Domenico all’anagrafe, la Calabria arbitrale (e non) ha perso uno dei riferimenti storici. Mimmo era un valido dirigente, impegnatissimo anche nel sociale nella sua Siderno ed in tutta la Calabria. Una vita spesa per l’AIA e per gli Scout, due associazioni che convergevano nella sua essenza umana. Ha rivestito la carica di Presidente della Sezione di Locri per 10 Stagioni. Poi la lunga esperienza al Comitato Regionale Arbitri della Calabria, in qualità di Componente, fino al 2014, con due parentesi: una da Componente CAI, l’altra da Referente regionale del SIN, il Servizio ispettivo dell’AIA. Dal 2016 l’esperienza al Settore Tecnico dell’AIA nel ruolo di Componente, dove era stato riconfermato da pochi mesi. Cariche rivestite con amore, fino alla data della sua scomparsa, il 30 settembre 2020. Per la Sezione locrese rimane, ancora oggi, una figura apicale per i valori umani, tecnici e associativi che ha trasmesso.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri