Presidente per 12 anni, grazie a lui l’efficiente sede sezionale di oggi

Ferrara – Luciano Manzoli

Presidente per 12 anni, grazie a lui l’efficiente sede sezionale di oggi(1949 - 1998)
Entrato nell’AIA nel 1971
Assistente in CAN A e B dal 1987
Consigliere di Sezione dal 1978 al 1986
Presidente di Sezione dal 1986 al 1998

Un uomo dai principi ferrei, divenuto pilastro della Sezione di Ferrara. Associato dal 1971, l’arbitro benemerito Luciano Manzoli era approdato due anni dopo in Promozione, prima di intraprendere, nel 1980, la carriera di assistente. Nel 1983 veniva promosso alla CAN C, quattro anni dopo alla CAN A e B. L’esordio in Serie A è datato 3 febbraio 1991, in Torino – Bari, terminato 4 - 0.
Nonostante i risultati sul campo, Ferrara lo ricorda soprattutto per l’impronta da dirigente: prima Consigliere poi Presidente di Sezione per 12 anni. Fino alla sua scomparsa, difendeva a spada tratta, con paterna intransigenza, ogni “suo ragazzo”.
Se oggi la Sezione di Ferrara ha una casa è merito suo: è Manzoli ad essersi prodigato per dare, dopo frequenti cambi di sede, un punto fisso, efficiente e funzionale, ai fischietti estensi, sotto lo stadio “Paolo Mazza”. La sala riunioni porta il suo nome, affinché tutti i giovani possano osservare e contemplare quella targa con il nome di chi all’arbitraggio ha dato sempre il meglio di se stesso.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri