Passionale e travolgente, viveva con intensità i momenti associativi

Chiavari – Piero Garilli

Passionale e travolgente, viveva con intensità i momenti associativi(1951 – 2021)
Entrato nell’AIA nel 1969 presso la Sezione di Milano
Approda alla Sezione di Chiavari nel 1982
Assistente in Serie D dal 1983 al 1989
Osservatore dal 1990
Cassiere di Sezione dal 1994 al 1997 e dal 2001 al 2014
Arbitro benemerito dal 2003
Vice Presidente di Sezione dal 1997 al 2000 e dall’1 luglio al 25 settembre 2014
Presidente di Sezione dal 2014 al 2021

Piero Garilli era una persona buona, un lavoratore instancabile, capace, che, sempre con uno sguardo al futuro, si è sempre impegnato al massimo in qualunque ruolo per migliorare la Sezione.
La sede degli arbitri chiavaresi era la seconda casa di Piero, nella quale, con la sua grande esperienza, trascorreva le serate ad ascoltare, dare consigli ed incoraggiare i giovani. L’energia e la determinazione, con le quali affrontava ogni momento associativo, riuscivano a creare un grande senso di appartenenza e spronavano tutti gli associati a non accontentarsi mai.
Piero era un punto di riferimento, sempre disponibile per qualsiasi problema dei suoi ragazzi come se fosse il padre o il nonno di tutti.
Tutti coloro che l’hanno conosciuto hanno avuto la possibilità di apprendere qualcosa da lui per migliorarsi come arbitri e, soprattutto, come uomini. Ciò che resterà maggiormente nel cuore degli associati di Chiavari e di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, è il modo di essere travolgente di Piero: la sua umanità, i suoi sorrisi, la sua ironia, un libro aperto di allegria contagiosa e di esperienza che al contempo riuscivano a rendere ogni ostacolo meno difficile da superare.
Piero è stato un esempio di passione, amore e dedizione: tutto il meglio che si possa offrire all’Associazione e alla propria Sezione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri